Dragon Ball

MagiaManga

INDEX
di Akira Toriyama
 
Index DragonBall
 
     
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
L'UOMO TIGRE II "DEGNO SUCCESSORE"
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga

 

CURIOSITA'

Goku e il Mondo di Dragon Dragon Ball

Manga:
Titolo originale: Doragon Boru
Autore: Akira Toriyama 
Editore Shueisha 
1ª edizione 1984 – 1995 
Collana 1ª ed. 
Weekly Shonen Jump 
Tankobon 42 (completa) 
Pagine 173 
Editore it. Star Comics 
1ª edizione it. 1995 – 1997 
Periodicità it. quindicinale 
Tankobon it. 62 (completa) 
Pagine it. 128
GenereShonen -Azione

Serie Cartoon:
Titolo originale: Doragon Boru
Autore: Akira Toriyama 
Regia Daisuke Nishio 
Takao Koyama 
Studio Toei Animation 
Musiche Shunsuke Kikuchi,
Takahashi Hiroki 
1ª TV 26 febbraio 1986
 – 19 novembre 1988            
Episodi 153 prima serie 
Censura sì 
Reti italiane Junior Tv 
Italia 1 
1ª TV it. 1989 – 1991 
Episodi it. 153 (completa) 
                           

 

     
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
L'UOMO TIGRE II "DEGNO SUCCESSORE"
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga

 

     
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
L'UOMO TIGRE II "DEGNO SUCCESSORE"
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga

 

 

 

Gli Episodi

Dragon Ball Doragon Boru è un manga ideato da Akira Toriyama nel 1984.

Il fumetto fu pubblicato ad episodi sulla rivista settimanale Shonen Jump dal 1984 al 1995, e poi raccolti in 42 tankobon ancora oggi continuamente ristampati. La prima edizione italiana di Dragon Ball fu stampata dalla Star Comics dal 1995 al 1997; era formata da 62 volumi (infatti ogni volume conteneva 128 pagine contro le 173 della versione originale), ed è stato il primo manga pubblicato in Italia a essere letto da destra verso sinistra. La prima ristampa (Dragon Ball Deluxe) è formata da 42 volumi, la seconda ristampa (Dragon Ball New) è composta sempre da 42 volumi, ma contiene alcune censure causate da alcune proteste, e la terza ristampa (Dragon Ball Perfect Edition), anch'essa censurata, è formata da 34 volumi ed è conclusa da un finale alternativo disegnato recentemente dallo stesso Toriyama.

GOKU-MANIA

All’epoca della messa in onda, il merchandising che riproduce il robot e i protagonisti del cartone animato andò letteralmente a ruba, spaziando dalle figurine ai diari scolastici, dalle carte da gioco ai modellini in scala. In piena Goldrake-mania si diffuse, soprattutto grazie alla stampa, una falsa notizia, secondo cui i cartoni animati Giapponesi (tra cui Goldrake, ovviamente) non erano animati a mano, ma da un computer, che sulla base dei dati inseriti da tecnici in camice bianco faceva tutto da solo. La diceria avrebbe resistito fino agli anni Novanta. Nel 1991, Mangazine pubblicò un dossier sulla Toei Animation, contenente alcune interviste rilasciate a Federico Colpi. Quando questi raccontò la notizia alla Toei, il suo interlocutore, dopo una lunga risata, disse: «Scusi, ma li ha visti i nostri studi? Qui non c’è nemmeno l’aspirapolvere, perché è tecnologia troppo avanzata… E poi, Goldrake è del 1975! A quei tempi non c’erano nemmeno i Word Processors» (info da Wikipedia). Su “La Stampa” del 14 gennaio 2008, si legge che “per la «Generazione Goldrake» le battaglie di Actarus furono una filosofia di vita. Rappresentavano con immagini semplici il coraggio, la perseveranza, la giustizia, e pure un tocco d’amore romantico con la ninfetta Venusia. La realtà era piena di cattivi maestri che insegnavano cose brutte.

Considerato ormai alla stregua di un prodotto internazionale (la produzione riguardante Dragon Ball ha ormai raggiunto tutto il mondo e consta di videogiochi virtuali, laser disc, DVD, cassette home video, pupazzetti, gadget, ecc...), Dragon Ball è stato pubblicato in ben 15 paesi: USA, Hong Kong, Cina, Italia, Francia (primo paese europeo a trasmettere l'anime), Grecia, Spagna, Corea, Thailandia, Australia, Indonesia, Serbia, Svizzera, Belgio e Canada.

Dragon Ball è ambientato sulla Terra e narra le strane avventure di un bambino di nome Goku dotato di una forza eccezionale ed amante delle arti marziali. La storia si incentra attorno alla ricerca di sette misteriose sfere (le Sfere del Drago, appunto, da cui il titolo) che una volta riunite fanno apparire magicamente un drago enorme che ha il potere di esaudire un desiderio a chi lo evochi. Il bene dovrà continuamente contendere le sette sfere al male, per evitare che quest'ultimo le utilizzi per scopi malvagi, in una lotta che sembra non finire mai. In Dragon Ball la storia principale si intreccia con altre sottotrame mostrando varie interpretazioni e divergenze, arrivando a un punto in cui le avventure di Goku, ormai divetato adulto, si discostano dalla storia originale. Infatti il nostro eroe ben presto scoprirà di essere un alieno inviato per distruggere la terra e non per difenderla, come aveva fatto fino ad ora. Il punto forte che ha reso quest'opera uno dei manga più amati al mondo, contando milioni di appassionati in 20 anni di vita del fumetto e dell'anime televisivo successivo: attraverso la lotta, i personaggi di questo fumetto compiono una crescita dal punto di vista mentale e fisico al fine di diventare il guerriero più forte dell'universo non prima di aver imparato una serie di tecniche come l'onda "Kamehameha" e le trasformazioni in "Super Sayan".

Ma cosa sigifica KA..ME..HA..ME..HA?

Nella serie manga ed anime di Dragon Ball, l'onda Kamehameha (detta anche onda energetica nella versione italiana dell'anime, nell'originale "Kamehameha ?????") è un'emissione di energia di colore bianco utilizzata molto spesso in combattimento. Tradotta significa "Onda (ha) Distruttiva (Hame) della (scuola) Tartaruga (Kame)". È la tecnica più distintiva della serie di Dragon Ball.

La tecnica viene eseguita concentrando tutte le energie tra le mani tenute orizzontali e parallele tra loro, quindi protendendole in avanti, con i polsi delle braccia in verticale, che si toccano; il colpo si manifesta come un fascio di energia azzurra uscente dalle mani di colore chiaro.


Tale mossa è stata creata dal maestro Muten, che ha una passione per le tartarughe (da cui il nome), in quaranta anni di allenamento; ciononostante i suoi allievi, per primo Goku, imparano la tecnica molto rapidamente: proprio Goku riesce a ripeterla dopo averla osservata una sola volta, mentre veniva eseguita per spegnere l'incendio sul monte Padella (Friggi-Friggi nell'anime).

Inoltre....

Akira Toriyama potrebbe essersi ispirato ad un personaggio della storia.

Mentre stava pensando a un nome per la mossa, chiese consigli alla moglie, la quale suggerì kamehameha. Kamehameha era in realtà il nome di un Re Hawaiano, e qui sotto potete trovare un piccolo resoconto della sua vita. King Kamehameha era anche conosciuto come "The Great". E' stato re delle Hawai dal 1782 al 1819. Circa nel 1810, "The Great" ha riunito tutte le isole Hawaiane sotto il suo forte potere.

Ha posto fine alle guerre regionali, ha adottato leggi uniformi e ha arricchito il suo regno promuovendo scambi commerciali con l'Europa e gli USA. Sebbene rimase aperto a nuove idee che potessero incrementare il benessere della gente, King Kamehameha ha protetto i vecchi costumi e la religione Hawaiana, ed ha continuato l'indipendenza Hawaiana durante un periodo di tempo di espansione coloniale Occidentale.

King Kamehameha è morto nel 1819. Benchè non visse a lungo, è presente tuttora nei cuori e nelle anime della sua gente. Per festeggiare il suo eccellente governo, il popolo Hawaiano ha decretato l'11 Giugno Kamehameha Day. In aggiunta a ciò, il suo nome vive nei cuori dei fan di Dragon Ball. In fin dei conti, nessuno può più dimenticare "Kamehameha!"

Inoltre ....

Un'ulteriore conferma ci viene dal telefilm Magnum P.I. nel quale l'investigatore Thomas Magnum, al secolo Tom Sellek, frequentava un club chiamato "King Kamehameha Club" ed infatti il telefilm era ambientato alle Hawaii... tutto combacia!!!!!!!!!!!!!

 

 

 

 

 

 

 

 

DRAGON BALL Z

MA COS'E' UN SUPER SAYAN?

I Saiyan sono una razza aliena immaginaria che compare nell'universo fantastico di Dragon Ball, costituito da manga, anime e merchandising ad essi collegato. Questa specie aliena è in grado di subire svariate trasformazioni. La più comune di esse è l'Oozaru, mentre guerrieri di elite possono diventare Super Saiyan (supa saiya-jin), spesso abbreviato in SSJ (e talvolta in SS). I Saiyan provengono dal pianeta Vegeta e sono una delle razze più forti dello spazio; le loro caratteristiche fisiche sono i capelli neri, che crescono dalla nascita.Vivono conquistando sempre nuovi pianeti e sfruttando le risorse tecnologiche e scientifiche delle popolazioni annientate. Hanno un corpo molto adatto alla lotta, molto resistente e quando combattendo subiscono gravi lesioni e riescono a scampare alla morte acquisiscono nuova forza e resistenza.



ANALIZZIAMO GLI STADI CHE PUO' RAGGIUNGERE UN SAYAN...

OOZARU

L'Oozaru (Grande Scimmia) è una specie di enorme gorilla marrone dotato di zanne e coda, in cui i Saiyan si trasformano alla vista della luna piena (la quale riflette un certo quantitativo di "onde bluetz"). Il primo a raggiungere questo stato nella prima serie è Goku bambino che alla vista della luna piena, avendo appunto la coda, attua inconsapevolmente la trasformazione, perdendo, a causa dei violenti istinti scatenati dal suo lato bestiale, ogni facoltà cognitiva e inibitoria. In questo stadio la forza e l'energia si decuplicano; la mutazione però non può avvenire se il Saiyan non ha la coda.Questa è l'unica trasformazione Saiyan che appare nella prima serie: le altre appaiono solo nelle serie Z e GT.

QUASI SUPER SAYAN

In giapponese Giji Super Saiyan, questo stadio viene raggiunto da Goku nel 4° film tratto da Dragon Ball Z, La sfida dei guerrieri invincibili. I capelli si drizzano ma rimangono del colore naturale, mentre appare un'aura gialla intorno al corpo e le pupille scompaiono. Raggiunge questo stadio anche Trunks del futuro, nel tentativo di trasformarsi in Super Saiyan, Broly quando ha ancora il diadema che controlla il suo potere sulla fronte, e Bardak nel film a lui dedicato nel tentativo di uccidere Freezer.

Nel film con attori veri "Dragonball Evolution", Goku si trasforma in Oozaru durante un'eclissi di sole (e non durante il plenilunio, come nel manga originale); perdendo il controllo, uccide il Maestro Muten, ma riesce in seguito a tornare in sé e a riacquisire la sua forma umana. L'Oozaru del film è molto più piccolo rispetto a quelli dell'anime, è poco più grande di un essere umano; inoltre la trasformazione non è dipendente dalla coda da scimmia del Saiyan, dal momento che né Goku né lo scimmione ne sono provvisti. Oozaru viene presentato come un demone di migliaia di anni, allievo e aiutante di Piccolo, reincarnatosi nel corpo di Goku dopo la caduta del suo maestro; prima di allora Oozaru e Piccolo avevano distrutto molte civiltà. Nel film non si fa alcun riferimento alla razza Saiyan o al pianeta Vegeta.

SUPER SAYAN

Inizialmente Akira Toriyama, l'autore, pensava di terminare in quel punto la serie; invece, visto il suo successo, decise di continuarla. Per non relegarli a ruoli secondari, l'autore ha concesso anche ad altri guerrieri di ottenere questa forma, e ne ha inventato ulteriori evoluzioni (non menzionate nella leggenda). L'avere molti Super Saiyan tutti insieme va contro l'idea dell'uno ogni mille anni, per cui tra i fan sono state teorizzate diverse ipotesi: principalmente, che il Super Saiyan della leggenda sia Goku, che è il primo a diventarlo dopo mille anni e che è l'unico a raggiungere il terzo livello (il più alto della serie Z) senza dover ricorrere ad una "fusione" con un altro combattente. Inoltre nella serie GT, Goku è l'unico a raggiungere senza aiuti esterni il quarto livello; quest'ultimo livello però viene talvolta considerato non "canonico", cioè non ufficiale, in quanto questa serie non è stata creata da Toriyama, anche se lo schizzo del Super Saiyan 4 è dell'autore originale. Anche Vegeta riesce a diventarlo, ma per farlo si avvale di un macchinario inventato da Bulma che intensifica i raggi lunari.

 

LA LEGGENDA: Un'antica leggenda narra che ogni mille anni sarebbe nato un eletto nel popolo Saiyan, e che questo guerriero sarebbe stato capace di controllare l'intero universo per la sua enorme potenza combattiva (una tipica figura di "guerriero supremo" o "definitivo" presente anche in molte culture reali, come ad esempio il berserkr vichingo, molto simile al Super Saiyan). La mutazione sta nell'aspetto con i capelli che si drizzano verso l'alto e diventano dorati, come pure le sopracciglia, mentre gli occhi diventano di colore verde-azzurro. Nonostante la leggenda, questo stadio viene raggiunto da quasi tutti i personaggi di sangue Saiyan durante il corso della storia, ad esclusione di Pan e Bra.

Una volta raggiunto lo stadio di Super Saiyan il Saiyan può ulteriormente evolvere la sua potenza nei seguenti stadi:

 

 

 

SUPER SAYAN II

La forza del guerriero cresce smisuratamente così come la velocità. Il Super Sayan 2, inoltre, aumenta di molto l'arroganza, persino Gohan, un ragazzo tranquillo ed educato si trasforma anche caratterialmente. Dal punto di vista fisico i capelli si drizzano ulteriormente con un solo ciuffo che ricade sulla fronte, l'aura è percorsa da scariche elettriche. Gohan è il primo a raggiungere questo stadio, durante il Cell game. Questo stadio può essere raggiunto dopo intensi allenamenti (come per Goku nell'aldilà) o grazie a una rabbia molto intensa. Vegeta diventa un Super Saiyan II dopo essere stato controllato da Babidy.

 

 

SUPER SAYAN III

Trasformazione molto particolare raggiuta da Goku nell'aldilà, utilizzandola per la prima volta contro Majin Bu grasso; i capelli sono sempre dorati, ma questa volta sono lunghi al punto da raggiungere le gambe, mentre scompaiono le sopracciglia. La trasformazione genera un'enorme potenza, utilizzabile solo per poco tempo poiché il consumo di energia è enorme e solo nell'aldilà la si può mantenere a lungo. Goku (senza contare le fusioni) è l'unico ad essere riuscito a raggiungere questo livello.

 

 

OOZARU GOLD

L'Oozaru Gold (Grande Scimmia Dorata) è uguale all'Oozaru normale, ma differisce da questi solo per il pelo che passa da nero-marrone a dorato e per la forza che cresce a dismisura. Infatti l'Oozaru Gold rappresenta lo stato di Oozaru in fase di Super Saiyan e come per la sua forma normale necessita della coda. L'Oozaru Gold è la chiave d'accesso alla trasformazione in Super Saiyan 4. Vi si trasformano Goku e Vegeta in Dragon Ball GT. Nella serie, la trasformazione avviene grazie alla luce del sole riflessa sulla Terra, che, vista dal nuovo pianeta Plant, emette un tipo di onde con lo stesso effetto delle onde Bluetz. Nel caso di Vegeta, sia libero sia posseduto dallo Tsufuru Baby, dall'amplificatore di onde Bluetz di Bulma, che permette la trasformazione anche in mancanza della coda.

SUPER SAYAN IV

Rappreseta l'ultimo stadio dell'evoluzione dei Saiyan, in cui la potenza arriva al suo culmine. Per raggiungerlo è necessario diventare un Oozaru Gold mantenendo la coscienza delle proprie azioni. È sempre Goku ad arrivare prima degli altri a questa trasformazione, caratterizzata da capelli neri folti e lunghi, ma non tanto come nel terzo livello, il corpo coperto di peli rossi esclusi i pettorali e gli occhi iniettati di sangue e contornati di rosso, con il colore che può essere giallo, nel caso di Goku, o azzurro nel caso di Vegeta; Vegeta raggiunge questo stadio solo in Dragon Ball GT con l'aiuto di una macchina inventata da Bulma.

 

 

SUPER SAYAN LEGGENDARIO

Tale trasformazione non è raggiungibile attraverso alcun tipo di allenamento o stato emotivo ma è permessa solo a pochi guerrieri Saiyan che possiedono innata in loro la possibilità di arrivare a tale stadio evolutivo. L'aura irradiata da tale Saiyan ha colore verde (contrariamente alla classica aura dorata) così come appaiono di colore verde i capelli, mentre gli occhi appaiono senza iridi e perciò completamente bianchi. La sua forza aumenta con il procedere del combattimento, senza risentire della fatica, rendendolo perciò molto difficile da sconfiggere. Raggiunge questo particolare stadio solo Broly che appare nei film tratti da Dragon Ball Z.
Broly è un Saiyan che si ritiene essere il famoso Super Saiyan della leggenda, in giapponese Densetsu no Supa Saiya-jin (quello che sarebbe dovuto comparire ogni mille anni) in quanto possiede una trasformazione diversa da tutti gli altri ed è stranamente nato con un livello di combattimento di 10.000 (mentre Goku aveva 2). Oltre alla sua forma base, al Giji Super Saiyan ed al primo livello di Super Saiyan, Broly dimostra di potersi trasformare anche in un Super Saiyan particolare e potentissimo, con una massa muscolare enorme (molto superiore anche a quella del Super Saiyan III, apparentemente invincibile perché la sua forza sembra aumentare con il procedere del combattimento, invece che risentire della fatica come per gli altri, e caratterizzato dall'aumento delle dimensioni fisiche (compresa l'altezza) di chi lo raggiunge e da un'immane esplosione iniziale nel momento del suo raggiungimento. Inoltre, nonostante l'impressionante aumento della massa muscolare, il Super Sayan leggendario mantiene anche una grande velocità, contrariamente a quanto succede a Trunks dopo aver raggiunto il livello di Super Sayan avanzato (Super Saiya-jin dai san dankai). Broly compare nel flm "Il Super Saiyan della leggendario" dove lo stesso Vegeta, dopo aver visto la sua trasformazione, afferma più volte, paralizzato dalla paura, che quello è il Leggendario Super Saiyan.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SFERE DEL DRAGO COSA SONO?


Tali sfere sono state create dal Dio della Terra (il Supremo nella versione italiana dell'anime), un alieno di razza namecciana, a immagine e somiglianza di quelle di Namecc, il suo pianeta natale (con la differenza delle dimensioni: quelle namecciane sono tre volte più grandi!). Il loro aspetto è quello di piccole sfere di colore giallo, della consistenza della pietra, punteggiate da un numero variabile di stelline stilizzate rosse.

Chiunque riesca a riunire le sette sfere, potrà evocare il drago Shenron ed esprimere un desiderio, dopodiché esse si disperderanno nuovamente sul pianeta Terra e resteranno tramutate in pietra per un anno.

Infatti durante la saga il drago viene evocato per ben 9 volte quando il suo creatore in realtà le aveva concepite per essere utilizzate una volta ogni 100 anni, in quanto trovarle sul pianeta sparse chissà dove doveva essere molto difficile: invece la protagonista femminile Bulma, (figlia dello scienziato inventore delle capsule e proprietario della Capsule Corporation) riesce a inventare un "radar" (il Dragon Radar - "Radar del Drago","Telecomande Dragon Radar") capace di captare il segnale energetico prodotto dalle sfere magiche, in modo che possano essere trovate facilmente. Il Dragon Radar funziona anche con gli altri tipi di sfere.

I desideri espressi durante la storia sono i seguenti:

Per impedire che il malvagio Pilaf diventi il padrone della Terra, Olong, un maialino trasformista amico di Goku, lo anticipa esprimendo il desiderio di ottenere delle mutandine femminili.
Goku si incarica personalmente di trovare le sfere e riunirle per riportare in vita Bora, il padre di un bambino indiano (Upa) ucciso dal killer Tao Bai Bai.
Il Grande Mago Piccolo (padre di Piccolo) appartenente alla famiglia demoniaca si impossessa delle sfere riuscendo quasi ad eliminare Goku ed esprime il desiderio di possedere la giovinezza eterna.
Il piccolo Goku ha ormai sconfitto il Grande Mago Piccolo ed è il momento che le vittime della sua malvagità tornino in vita.
Goku viene resuscitato al momento dell'arrivo sulla Terra di due Saiyan malvagi, Nappa e Vegeta.
Durante lo scontro tra Goku e Freezer (tiranno regnante nell'universo) le sfere vengono utilizzate per resuscitare tutte le persone uccise dal tiranno e dai suoi seguaci.
Dopo la sconfitta di Cell, le sfere del drago hanno riportato in vita tutti coloro che erano stati uccisi da quest'ultimo e hanno rimosso l'esplosivo presente nel corpo di C-17 e C-18.
Le sfere del drago vengono usate da Bulma per far tornare in vita tutte le persone morte nel giorno del 25° torneo Tenkaichi, tranne i malvagi.
Le sfere del drago vengono utilizzate per cancellare il ricordo dello spietato Majin Bu dalla mente della gente.
Le sfere del drago vengono utilizzate spesso anche nei film di Dragon Ball, ma i desideri espressi non vengono conteggiati nella serie animata.

Nell'universo di Dragon Ball, Akira Toriyama ha inserito l'esistenza di altre tipologie di sfere del drago oltre a quelle descritte: le sfere del drago namecciane e le sfere del drago demoniache (in Dragon Ball GT).

I nomi delle sfere del drago sono:

Sfera n°1: Isshinchu
Sfera n°2: Ryanshinchu
Sfera n°3: Sanshinchu
Sfera n°4: Sushinchu
Sfera n°5: Vushinchu
Sfera n°6: Ryushinchu
Sfera n°7: Chishinchu

SFERE DEL DRAGO NAMECCANE
Sono tre volte più grandi di quelle terrestri e il tempo in cui restano tramutate in sassi dopo il desiderio è un anno namecciano (corrispondente ad un terzo dell' anno terrestre). Si possono esaudire tre desideri, ma per evocare il drago Polunga è necessario conoscere una parola d' ordine ed esprimere i desideri in lingua namecciana, e con ogni desiderio non si può resuscitare, almeno nella versione originale di queste sfere, più di una persona morta.

SFERE DEL DRAGO DALLA STELLA NERA
In Dragon Ball GT, queste sfere del drago sono simili a quelle terrestri e namecciane, ma con le stelle più grandi e di colore nero. Sono state create dal Grande Mago Piccolo quando ancora non si era separato dal Dio della Terra; per questo motivo sono le sfere più potenti mai create. Quando si attivano appare un drago Shenron enorme e potentissimo, di colore rosso con le scaglie dorate e delle enormi corna. Dopo l'uso si spargono in tutto l'universo, e, se non si ritrovano entro un anno, il pianeta sul quale sono state usate si estingue (le modalità della distruzione del pianeta non sono state svelate dal cartone). Di tali sfere si sono perse definitivamente le tracce durante la serie. Infatti, durante la parte di Baby, Piccolo si lascia volontariamente morire nell'esplosione del pianeta Terra proprio per distruggere le sfere dalla stella nera, che riteneva estremamente pericolose; è ciò che il namecciano dirà mentalmente a Gohan prima di lasciarsi morire nell'esplosione del pianeta Terra. Evidentemente le sfere dalla stella nera, a differenza delle sfere normali, erano ancora legate a Piccolo, in quanto create dal Supremo quando questo era ancora un tutt'uno col Grande Mago Piccolo.

DRAGON BALL - LE ORIGINI

NON TUTTI SANNO CHE TORYAMA SI ISPIRO' AD UNA SCIMIOTTO....

Non è noto a tutti gli appassionati di Dragon Ball che questo manga è ispirato, nella sua parte iniziale, ad una antica leggenda. E' la leggenda dello scimmiotto di pietra, una delle più note leggende cinesi; fa parte di un'enorme raccolta, il Daitoseikiki, scritta intorno al VII sec d.C. dal monaco buddista Hsuan Tsang. Daitoseikiki significa viaggio ad ovest, narra infatti del pellegrinaggio del monaco, che nelle leggende si fa chiamare Tripikaka, verso occidente; il suo viaggio assume contorni mitici e per molti secoli diventa una delle storie più utilizzate nella letteratura cinese. Tra tutte le leggende la più famosa è proprio quella delloscimmiotto; il protagonista è appunto una piccola scimmia (Gokuh in giapponese) che vive in un mondo popolato da animali pensanti; la scimmia è molto ambiziosa e riesce ad imparare difficili arti magiche, raggiungendo l'immortalità e il potere, anche grazie alla capacità di volare sopra una nuvola e a al suo bastone magico capace di allungarsi a suo piacimento.
In seguito troverete un'immagine che mostra come Toriyama aveva studiato inizialmente i personaggi di Dragon Ball e poi un riassunto più completo della prima parte della leggenda dello scimmiotto di pietra. Non è la storia completa, ma solo la parte più interessante per le somiglianze con Dragon Ball, col tempo cercherò di terminarla. Una trama così completa la trovate solo in questo sito, nessuno si è mai interessato veramente all'origine di Dragon Ball, per cui prego i webmaster di altri siti di non rubarmela e prego chiunque la trovasse in altri siti di segnalarmelo.

Dato che la storia è piuttosto lunga vi consiglio di copiarvela sul computer e di leggerla con calma.

C'era una rupe che sin dalla creazione del mondo era stata influenzata dalle pure essenze del Cielo e dagli squisiti aromi della Terra, dal vigore della luce del Sole e dalla grazie del lume di Luna, sinchè alla fine fu magicamente pregna e un giorno si spaccò, e partorì un uovo di pietra grande suppergiù come una palla da gioco. Fecondato dal vento, esso si sviluppoò in uno scimmiotto di pietra, perfetto in tutti i suoi organi e membra. Istantaneamente questo scimmiotto imparò ad arrampicarsi e a correre. L'imperatore di Giada si accorse della nascita di scimmiotto e disse:<<queste creature del mondo di giù sono state foggiate coll'essenza del Cielo e della Terra, e niente di quello che accade laggiù dovrebbe sorprenderci>>.

Un giorno seguendo il corso di un torrente Scimmiotto e le sue compagne scimmie giunsero di fronte a una cascata, e le scimmie dissero: <<chiunque osasse superare queste cascate diventerebbe nostro re>>. Subito lo scimmiotto di pietra si fece avanti e, dopo aver superarto la cascata, si proclamò re delle scimmie con il titolo di "grazioso Re Scimmiotto". Nominò i suoi ministri e molto tempo trascorse il tempo senza preoccupazioni, ma un giorno scoppiò in lacrime, i suoi sudditi gli chiesero il motivo di questo pianto e lui disse: <<ora come ora non ho alcun motivo per essere infelice, ma per il futuro ho una certa apprensione. Diventerò vecchio e Yama, il Re della Morte, sta segretamente aspettando di annientarmi. Non c'è proprio un sistema con cui io possa vivere per sempre tra le genti del cielo?>> Una scimmia disse: <<tre sole specie sono sottratte al dominio di Yama: i Budda, gli Immortali e i Saggi>>. Il re tutto allegro disse: <<domani mi separerò da voi, sinchè non troverò queste tre specie>>. Il giorno dopo Scimmiotto partì su di una zattera e rimase in viaggio per otto o nove anni, finchè arrivò sul Continente Occidentale. L' venne indirizzato verso la Montagna della Terrazza Sacra, dove risiedeva un Immortale, il Patriarca Subodhi. Dopo un breve colloquio Scimmiotto venne accettato come discepolo con il nome di Consapevole-di-Vacuità. Subito iniziò il suo addestramento, studiando le Scritture, discutendo di dottrina, esercitandosi nello scrivere, bruciando incenso. Così facendo passarono sei o sette anni e una notte il Patriarca diede appuntamento a Scimmiotto nella sua camera. Il discepolo pregò: <<Insegnami la Via della Lunga Vita>> e Scimmiotto ricevette l'Illuminazione. In seguito imparò una formula magica per eseguire 72 trasformazioni e anche a volare su di una nuvola. Dopo aver concluso il suo addestramento Scimmiotto espresse il desiderio di poter ritornare tra i suoi sudditi. Così il giorno dopo partì e in un attimo si ritrovò sulla sua montagna. Le scimmie lo accolsero con grida e pianti, urlando <<lunga vita al re>>, ma poco dopo dissero: <<grande re, perchè te ne sei andato per tanto tempo, lasciandoci nei guai; da un po' di tempo un demone si è messo a tormentarci. Si è impadronito della grotta e si è portato via molti bambini. Fortuna che adesso sei tornato. <<E quale demone osa compiere questo scempio?>> urlò Scimmiotto <<raccontatemi tutto e io vi vendicherò>>. <<Si chiama Demone della Distruzione, e vive a nord>>. Il re Scimmiotto partì su di una nuvola e arrivò alla dimora del demone, che prese le sue armi e si apprestò a combattere con la scimmia. Appena lo vide scoppiò a ridere, vedendolo così minuto, ma Scimmiotto non perse tempo e attaccò il demone, dopo una serie di colpi eseguì una delle sue migliori trasformazioni: si strappò dai peli dal corpo e ognuno di essi si tramutò in una scimmia uguale a lui. Scimmiotto prese la spada del demone e con quella gli spaccò il cranio. Dopo averlo sconfitto liberò le scimmie prigioniere.

Lo scontro con il demone fece venire in mente a Scimmiotto che non aveva alcuna arma per difendersi dai nemici, così si recò in una città, dove trovò un arsenale con centinaia di armi. Tornò a casa e rifornì ogni sua scimmia di un tipo di arma, ma lui non era soddisfatto della scimitarra del Demone della Distruzione e decise di cercarne una per sè. Decise di cercarne una nel Regno del Mare; si recò quindi nel palazzo del Drago del Mare Orientale; uno Yaksha lo fece entrare a cospetto del Drago. Scimmiotto esaminò molte armi, ma nessuna lo soddisfava, perchè erano tutte troppo leggere; finalmente Mamma Drago e sua figlia dissero: <<Nel nostro Tesoro c'è il ferro magico col quale fu sbattuto e spianato il letto della Via Lattea>>. Lo Scimmiotto andò a guardre lo strumento; era un grosso pilastro di ferro, lungo circa sei metri. Scimmiotto lo prese e disse: <<troppo lungo e tropo grosso per me>>. Immediatamente il pilastro si accorciò. Scimmiotto era tutto soddisfatto per la sua nuova conquista e dopo aver ringraziato il Drago disse: <<adesso vorrei un'altra cosa: mi piacerebbe un nuovo vestito che stia bene insieme al pilastro di ferro>>. Il Drago rispose: <<Mi dispiace ma non ho niente del genere>>. <<E va bene>>, disse Scimmiotto <<ora provo il ferro su di te e vediamo se non hai niente da darmi>>. Il Drago si spaventò e chiamò i suoi fratelli, i Draghi dei mari Meridionale, Settentrionale e Occidentale. Questi trovarono dei vestiti e li porsero a Scimmiotto, che fu tutto contento. Uscendo passò davanti ai Draghi e gridò loro in faccia: <<sporchi vigliacchi>>.

Scimmiotto ritornà alla sua montagna e mostrò a tutti i suoi sudditi il ferro appena conquistato. Dopo un grande banchetto il re si mise a dormire e nel sonno due uomini lo presero, legarono e trascinarono via. Quando aprì gli occhi vide una targa in ferro con impresso: "Regno dell'Ombra". Scimmiotto capì di essere capitato nel regno di Yama, e dopo aver ingrandito il bastone che teneva nascosto picchiò i due assalitori e si liberò, giungendo di fronte ai Dieci Giudici dei Morti. Lì erano iregistri di tutte le persone e gli animali del mondo con le loro date di morte; la scimmia impose di cancellare, oltre alla sua, anche quella di tutti i suoi sudditi, che guadagnarono così l'immortalità.

Un giorno giunsero all'Imperatore di Giada, che stava seduto a Castel di Nuvole dalle Porte d'Oro, tutte le lamentele delle persone che lo Scimmiotto aveva minacciato: i Draghi e i Giudici. Invece di punirlo l'Imperatore di Giada decise di dargli un incarico nel Regno dei Cieli, così da tenerlo tranquillo. Poco dopo lo Spirito del Pianeta Venere venne a prendere lo Scimmiotto e portato di fronte all'Imperatore. Scimmiotto fu nominato Pi-ma-wên nelle Scuderie. Il re era contentissimo del suo ruolo, fino a quando un giorno non chiese il significato del suo ruolo; i suoi collaboratori spiegarono: <<è un grado troppo basso nella gerarchia per essere considerato>>. La scimmia si infuriò e subito si recò dalle sue scimmie. Lì scoprì che mentre in Cielo erano passate due settimane sulla Terra erano trascorsi dieci anni. Intanto in Cielo l'imperatore decise di punire lo Scimmiotto per la sua fuga; chiamò Vaisravana e suo figlio Natha; organizzarono un grande esercito e mossero contro il re Scimmiotto. Il re sconfisse in duello Natha e l'imperatore decise di interrompere la guerra, richiamando in Cielo la scimmia e dandogli il titolo di "Grande Saggio, l'Eguale del Cielo".

 

 

 

 

 

PERCHE' DRAGON BALL Z?

Perché chiamare la seconda parte di Dragon Ball con il suffisso Z e non un semplice 2? Argomento di polemiche che hanno fatto il giro del mondo a cominciare da alcuni articoli pubblicati sulle riviste inglesi, quindi su quelle spagnole e, solo in seguito, su quelle italiane

I IPOTESI

In realtà si è trattato di un grave errore, ha spiegato Toriyama di recente in una intervista (badate che la mia fonte è datata 1996... ) posta su di uno dei "famigerati" ed introvabili 7 libri di illustrazioni di Dragon Ball da poco usciti nel nostro Paese; in origine ci sarebbe dovuto essere un bel "2" a completare la titolazione della seconda saga di Dragon Ball ma, per errore, qualcuno, allo Studio Bird, scambiò quel due scritto malamente a matita su di un fogliaccio da fotocopia per una Z e creò un bellissimo logo (quello utilizzato dai ragazzi di Realtà Virtuale come titolo del loro speciale Dragonball 1996) che piacque a tutti.

Toriyama motivò al mondo in questo modo: "Il suffisso "Z" sta ad indicare che i guerrieri che combattono in Dragon Ball hanno oramai raggiunto il culmine del potere esistente e non possono andare oltre; sono oramai super guerrieri potentissimi che non hanno rivali, e per questo motivo si palesa il suffisso "Z": per significare che oltre non esiste niente.

II IPOTESI

Nella lingua giapponese, il suono della lettera S viene pronunciato dalla gente praticamente soffiando, e nel risultato assomiglia praticamente ad una Z.

Qualcuno ha dichiarato che Dragon Ball Z inizialmente fosse Dragon ball S, ovvero Dragon ball Saiya-jin. Traduzione: Dragon Ball, la saga dei Saiyan.

Poi però, non si sa precisamente come, qualcuno ha pensato di cambiare la S in Z, poiché la pronuncia era pressoché identica.

DRAGON BALL GT ERA NECESSARIO? TROPPE INCOMPRENSIONI ED ERRORI COME GIUSTIFICARE TUTTO CIO'? CHIEDIAMOLO ALL'AUTORE...

Ormai Dragon Ball è indubbiamente uno dei manga più famosi al mondo: ma adesso sta diventando troppo invadente!!!
La star Comics ha fatto la bellezza di otto ristampe (una dietro l'altra...) , e Italia 1 lo trasmette interrotamente.
Nulla contro l'opera del mitico Akira Toriyama, ma ci sono delle cose interessantissime da sapere.
Subito dopo la prima serie di "Dragon Ball" 1984 , Akira Toriyama passo a ideare "Dragon Ball Z" (Z in onore alla squadra Z cioè Goku & CO.).
In realtà sarebbe dovuta finire subito dopo la "Saga di Freezer" con Goku che era sopravvisuto e un giorno sarebbe tornato.
Ma lo scalpore dei fan , fece continuare la serie portando anche a degli errori del tutto irrilevanti. Nel 1989 La saga finisce ed iniziano la proiezione degli Anime.
Nel 1996 grande novità, esce "Dragon Ball Gt" (Gt sta per Galaxy Tuornament).
Iniziamo a dire che il manga non esiste, cioè è solo una serie animata che fa molti riferimenti a tutti gli avvenimenti passati della serie.
Tuttavia la serie inizia a dare polemiche e allo stesso tempo controversie.
Iniziamo a fare un resoconto...


Molti sono "disgustati" dai disegni e la grafica di "Dragon Ball Gt" venne proiettato in molti parti del mondo nel 2000 (circa chi più chi meno). La grafica quindi è quella tipica degli Anime del 1996 (moderna ma oggi superata se si pensa a Naruto e One Piece), quindi ecco spiegato un primo problema.
Molti trovano la trama molto noiosa e alcune volte irreale rispetto la serie precedente. E' piena di errori, ma il problema di base è che manca l'appoggio di una storia base tipo Manga. Dovete sapere che è importantissimo per un Anime avere una base come un Manga: la storia ha come quella di ball e in più può essere ampliata.A Gt questo non accade ed ecco molti errori... si ma quali?
Eccoli, li ho trovati su internet per voi e c'è addirittura la risposta di Akira Toriyama... ma sarà vero?

* La storia degli Tsufuru è ripresa dall'unico OAV di Dragon Ball Z intitolato Dragon Ball Z Gaiden - Piano per lo sterminio dei Saiyan che a sua volta fa riferimento alla trama di un videogioco di Dragon Ball Z uscito nel 1993?

Akira:Si è vero concordo, volevamo dare più importante alle vecchie idee...

* Nella saga spesso appare un errore "grafico": quando Goku da piccolo si trasforma per la prima volta in Super Saiyan 4, passando per lo stadio di Oozaru gold, la sua tuta da combattimento dovrebbe lacerarsi, ma stranamente appare con i pantaloni gialli della tuta , è inoltre ogni volta che Goku torna bambino, la sua tuta è sempre integra. Come si spiega ciò?

Akira: Per motivi legati alla censura e all'etica, abbiamo pensato questa cosa anche se è molto improbabile... Far vedere Goku bambino nudo non è un problema, ma da adulto sarebbe stato una cosa diversa. Sarebbe stato sconveniente combattere nudo o ogni volta avere pantoloni di ricambio. Quindi abbiamo pensato a ciò. Poi che vi posso dire, per quanto riguarda la storia, il Super Sayan possiede tante capacità speciale, tra cui anche questa!

* La storia comincia con un errore. Pilaf fa tornare erroneamente Goku bambino, ma egli non dovrebbe neanche esistere in quanto nella parte finale della serie Dragon Ball Z, dopo che il Majin Bu originale ha fatto esplodere la Terra, vengono fatti resuscitare tutti i terrestri eccetto i malvagi. Pilaf non si può considerare un essere buono, oppure no?

Akira:In realtà volevo far iniziare la serie di Gt come quella precedente, volevo fare un ritorno alle origini. Certo Pilaf è malvagio, ma come i nemici precedenti: Freezer, Cell , Bu, ecc. Poi nella serie di Z ha vissuto una vita tranquilla, quindi venne risuscitato al tempo di Majin Bu.

* Un altro punto controverso riguarda la comparsa delle nuove sfere dalle stelle nere. In passato nessun radar cerca sfere le ha mai individuate e non se ne è mai fatto cenno nelle saghe passate. C'è una spiegazione a ciò?

Akira:Il Supremo le ha sempre tenute nascoste per evitare di questi problemi, poi erano protette da un contenitore anti-radar (ne ho già parlato: anche Pilaf nella prima serie lo utilizzò!)

* Un altro errore è questo: Gohan si trasforma più volte in Super Saiyan, anche se dopo il potenziamento a cui è stato sottoposto da parte di Kaioh Shin il Sommo durante la saga di Majin Bu, che gli aveva conferito un potere maggiore di quello di un Super Saiyan 3, non avrebbe più avuto bisogno di mutazioni fisiche per mostrare tutto il suo potere. Per questo motivo avrebbe dovuto essere più forte anche di Vegeta, il cui stadio massimo era il Super Saiyan 2, mentre Baby preferisce di occupare il corpo del Principe dei saiyan perché considerato la persona più forte sulla Terra.

Akira:Innanzitutto avevamo ricevuto critiche dai fans che Gohan non potesse più trasformarsi, quindi abbiamo pensato di fare che potesse fare tutte e due le cose: ritrasformars e non. Poi nel piano della storia, Vegeta ha continuato ad allenarsi , mentre Gohan ha preferito studiare. Vegeta è quindi diventato più forte!

* Altro errore. A volte, durante qualche combattimento, Goku Super Saiyan 4 fatica a reggere un palazzo che sta crollando, mentre non dovrebbe avere problemi, visto la forza da lui posseduta; questo mette in evidenza altri errori, infatti nei precendenti Dragon Ball tutto poteva essere distrutto con un sol colpo e con molta meno energia (a Freezer bastava guardare una montagna per farla esplodere, ed aveva una potenza infinitamente inferiore a Goku Super Saiyan 4).

Akira:Volevamo dare una sensazione diversa allo spettatore, cioè mettere on evidenza la difficoltà degli scontri dovuta alla potenza dei nuovi avversari. Un palazzo che viene retto con fatica da questa sensazione.

* Il modo in cui Goku elimina Baby (scagliandolo con una Kamehameha contro il sole) ricorda molto come Cooler viene scagliato sul sole terrestre con una Kamehameha lanciata dallo stesso Goku.

Akira: E' una coencidenza, anche se è vero.

* Nella puntata "Il Mutante Lilde" Goku dice che lo stesso mutante ha una forza addirittura superiore a quella di Majin Bu. Sebbene l'enorme potenza, Goku riesce a metterlo al tappeto senza nemmeno trasformarsi in Super Saiyan. Come è possibile? E da dove arriva tutta questa potenza?

Akira: Lilde doveva essere solo un diversivo: un modo per allungare la storia. Poi voglio ricordare che Goku contro di lui stava bluffando, cioè nascondava la sua forza per farsi catturare per poi liberare Trunks.

* Altro errore. All'inizio della serie, quando gli uomini di Don Kir "rubano" la navicella spaziale dei nostri eroi, a Goku viene in mente l'idea di usare il teletrasporto per raggiungerli, ma senza riuscirvi. Più tardi capisce che essendo tornato bambino non può più usare le tecniche che ha imparato quand'era adulto. Eppure nel corso della serie Goku si trasformerà più volte in Super Saiyan, trasformazione che ha acquisito solo da adulto.

Akira:NO adesso siete voi che vi sbagliate: Il Teletrasporto non lo può usare perchè il corpo da bambino di Goku non ci riesce ad usare una tecnica simile. Tutto qua!

* Altro errore: quando nella puntata "La decisione di Junior" Goku cerca di teletrasportarsi, ma non ce la fa perchè ha perso le energie. Quando Piccolo gli passa le sue, Goku si teletrasporta in forma da bambino.

Akira:Ma che errore è? E' normalissimo . Vi ricordo che Junior ha gli stessi poteri magici del Supremo, quindi è normale che abbia aiutato Goju a Teletrasportarlo. Era formidabile, vi ricordate che poteva far apparire gli oggetti o cose simili?

* Quando Goku affronta Vuh Shenron, all'inizio non riesce a tenergli testa neanche da super sayan di livello 4, per via della sua spropositata potenza dopo aver assorbito l'elettricità della zona.Il drago viene sconfitto con un colpo di fortuna: ad un certo punto comincia a piovere, e il drago esplode. Si può facilmente notare che dopo l'esplosione del drago ha smesso di piovere, quindi è stata solo una pioggia temporanea. Come mai questa scelta?

Akira:Volevo far notare che a volte ci vuole un pizzico di fortuna.


* Quando tutti i terrestri vengono traferiti su Plant perché la Terra è prossima all'esplosione, Junior decide di morire in modo da distruggere le sfere del drago con la stella nera, che sono troppo pericolose da lasciare in circolazione. Junior però è già morto precentemente (DragonBall Z, saga dei Saiyan: Napa sta per eliminare Gohan da bambino e Junior gli fa da scudo, perdendo la vita). Quindi le sfere si sono riformate senza che nessuno l'abbia notato quando Junior è tornato in vita? Come mai?

Akira:Si. Perchè io sono l'autore dell'opera!

* L' ultima puntata si conclude con molti misteri: 1)Le sfere del drago sono tornate come diceva Trunks? 2)Goku dove era finito quando era andato via con Shenron? 3) Come mai Goku e Pan non sono ancora morti di vecchiaia dopo tutti quegli anni? ( Pan vecchia afferma di essere diventata addiritura trisnonna) 4)Come è possibile che Goku e Vegeta jr. possono trasformarsi in super sayan visto che il loro corpo è in una minuscola percentuale di Sayan? (0,16 %)

Akira: UNa cosa alla volta. Levando che vi volevo lasciare con un pizzico di mistero:
1) No non lo sono;
2) Non ve lo posso dire! Nemmeno io lo so!;
3) Sheron in realtà si è fuso insieme a Goku facendolo diventare un essere leggendario e (sopratutto) Immortale, invece Pan grazie ai prodigi della scienza riesce a vivere a lungo.
4) No è del tutto normale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LE FUSIONI

Nel manga e anime Dragon Ball, la fusione è una tecnica usata in combattimento, che consiste nell'unione di due persone in una sola. Questo può avvenire in vari modi: tramite una sorta di balletto (la Fusion Dance), usando gli orecchini magici Potara oppure fondendo il corpo e la forza (fusione Namecciana).

Danza di Metamor

La Danza di Metamor (o "Fusion Dance") è un insieme preciso di posizioni e movimenti che consentono a due individui distinti di unirsi in un solo essere. È stata inventata dai guerrieri del pianeta Metamor, che l'hanno insegnata a Goku. Entrambe le persone devono avere lo stesso livello di combattimento al momento della fusione, ed avere caratteristiche fisiche simili. Se vengono commessi errori di qualsiasi tipo, durante il balletto, la fusione funzionerà scorrettamente (dando vita a un essere troppo grasso, o lento, o debole, o magro) oppure non funzionerà affatto. Questa fusione creerà, quindi, un nuovo corpo che somiglierà a entrambe le persone che lo compongono, pur avendo, a ogni modo, un lato dominante nell'aspetto o nel carattere, o in entrambi. Il personaggio prodotto ha il vestiario caratteristico dei guerrieri di Metamor, composto da un gilet nero e corto, con decorazioni bombate di colore dorato, aderenti polsini neri, pantaloni ampi bianchi, contornati da un'ampia fascia azzurra. Il limite di questo tipo di fusione è il suo elevatissimo consumo di energia, e la sua breve durata, mezz'ora esatta. Non esiste modo per annullare o terminare una fusione fallita prima che sia finita la sua durata, a meno che il guerriero non abbia esaurito tutte le sue forze.

Fusione con gli orecchini Potara
Gli orecchini Potara permettono una fusione simile a quella ottenuta con la Fusion Dance, ma più potente, e permanente. Ogni persona deve mettere un orecchino sull'orecchio opposto rispetto all'altro partecipante. Poi i due partecipanti saranno attratti reciprocamente e si fonderanno. Anche questa fusione crea un nuovo corpo somigliante a quello di entrambi i partecipanti, e può avere un lato "dominante" sia come aspetto che come carattere. L'aspetto fisico dei due partecipanti si combina, compresi i capelli e i vestiti, e anche le abilità e i poteri diventano in comune. Non ci sono requisiti come quelli richiesti dal balletto (livelli di combattimento e corporatura uguali). La fusione tramite gli orecchini Potara è una proprietà dei Kaiohshin, e viene usata da:

Kaiohshin il Sommo + una strega => Kaiohshin il Sommo (permanente)
Kaiohshin dell'Est + Kibith => Kibitoshin (permanente)
Vegeta + Kakaroth (Goku) => Vegeth (spezzata dall'aria malefica all'interno del corpo di Majin Bu).

Fusione Namecciana
La fusione namecciana (o assimilazione) è una tecnica speciale usata solo dai Namecciani. Viene chiamata "assimilazione" poiché un solo Namecciano assorbe l'energia, la forza, i ricordi e l'intelligenza di un altro. Entrambi i partecipanti devono acconsentire di propria volontà a fondersi in questo modo, e solitamente i due scelgono che sia il corpo del più forte a fare da "ospite". L'ospite scelto posiziona la sua mano sul torace dell'altro, e, in modo misterioso, con un lampo si uniscono. L'effetto di questa fusione è permanente.

Questa tecnica è stata usata due volte nella serie; in entrambi i casi Piccolo è stato l'ospitante. La prima volta Piccolo assorbe Nail, l'ultimo Namecciano della casta dei guerrieri, prima di combattere contro Freezer; la seconda volta Piccolo si fonde con Dio, prima di lottare con Cell. In tutte e due le occasioni Piccolo diventa forte abbastanza da essere all'altezza, o più potente, del suo avversario.

Assorbimento
L'assorbimento è diverso dalla fusione, in quanto comporta l'appropriazione della forza e dei poteri di un individuo accompagnata a volte alla distruzione di quest'ultimo, e non la semplice condivisione dei poteri. Viene fatto da Cell e Majin Bu. Cell usa la sua coda simile a quella di uno scorpione per succhiare l'energia dalla vittima, e quindi assorbirla,mentre Bu usa la propria carne (costituita in realtà da una sorta di materiale gommoso). Nel caso di Cell C-17 e C-18 hanno un trattamento speciale, venendo assorbiti ma non distrutti, trovandosi ancora all'interno del suo corpo e per farlo Cell trasfoma l'estremità della sua coda(che normalmente è un ago) in un piccolo ma ampio tubo con il quale risucchia C-17 e C-18. Nel caso di Majin Bu vengono rimpiccioliti e tenuti in bozzoli solo i corpi dei guerrieri che ritiene utili al suo potenziamento, mentre le altre vittime vengono digerite come semplice cibo e non aiutano nel potenziamento dell'essere.

Nome delle fusioni
Nella maggior parte delle fusioni, i nomi dei due partecipanti si combinano, formando un nuovo nome per il nuovo personaggio.

Vegeta + Goku = Vegeku nella serie TV italiana (Potara)
Vegeta + Kakaroth = Vegeth nel manga (Potara)
Vegeta + Kakarotto = Vegetto nella serie TV inglese (Potara)
Goku + Vegeta = Gogeta (Fusione)
Goten + Trunks = Gotenks (Fusione)
Kibith + Kaiohshin dell'Est = Kibitoshin (Potara)
Kaiohshin dell'Est + Kibith = Kaiobith (come riportato nelle lamincard italiane)
Vegeta + Goku = Veku (Fusion grassa del 12° film)

I guerrieri ottenuti tramite fusione non parlano di loro stessi come uno solo dei componenti (ad esempio Gogeta dice: "Non sono né Goku né Vegeta, sono lo strumento della tua distruzione!"; Vegeth dice: "Visto che Vegeta e Kakaroth si sono uniti, mi chiamerò Vegeth!") probabilmente perché hanno una loro propria personalità e si considerano un essere completamente diverso. Può darsi anche che Vegeth, dato che sembra che la sua personalità sia maggiormente influenzata da quella di Vegeta, pensi di Goku quello che pensa Vegeta. Comunque, Vegeth ha forti sentimenti sia verso la famiglia di Goku che verso quella di Vegeta.


VEGETH
E' il risultato della fusione tra Vegeta e Goku tramite i Potara. Vegeta accetta di unirsi per sempre con il suo acerrimo nemico Goku solo perchè la situazione contro Majin Bu è veramente disperata. Inspiegabilmente la fusion si scioglie all'interno di Majin Bu, dove Vegeth era entrato per liberare i guerrieri assorbiti. Vegeta quindi si riguarda dal riunirsi un'altra volta con Goku, che tra l'altro è dello stesso parere. Il personaggio ha breve vita, ma riesce a cavarsela comunque bene contro Majin Bu, contando sulla forza dei due guerrieri più forti della storia. Da notare l'aspetto la pettinatura di Vegeth è composta dai capelli di Vegeta ed i ciuffetti davanti come Goku, gli abiti chiaramente un misto tra i due originali.

GOGETA
Gogeta è il risultato del primo tipo di fusione tra Goku e Vegeta, e per il poco tempo che appare si può subito capire che la sua potenza è molto superiore a quella di Vegeth. Nella foto è rappresentato in versione SSJ4 come viene mostrato nella serie di Dragon Ball GT, ed è veramente il guerriero più forte di tutti i tempi.

GOTENKS
E' il risultato della fusion tra Goten e Trunks, è un guerriero dalla potenza straordinaria. Il suoi difetti sono: è la troppa convinzione in se stesso, che lo porteranno inizialmente ad avere la peggio contro Majin Bu, e la volontà di dare spettacolo a tutti i costi. I due ragazzi avranno poco tempo per allenarsi, e verranno mandati quindi a farlo nella stanza dello spirito e del tempo, dove riusciranno a raggiungere il livello di Super Saiyan III e a mettere a punto due nuove tecniche, la Super Ghost Kamikaze Attack e il missile continuo crepa crepa, ma Majin Bu, riuscirà comunque a fuggire aprendo una falla dimensionale nel muro della stanza. Il più grosso problema di Gotenks è che, essendo il risultato del primo tipo di Fusion, ha una durata limitata di solo mezz'ora. Esistono anche due versioni malriuscite di Gotenks, dovute ad una inesatta esecuzione della danza della fusione: una è in evidente sovrappeso, l'altra è anoressica e moribonda.

KAIOHBITH
E' il risultato della fusione tra il dio dei re Kaioh, Kaiohshin, ed il suo fedele servitore Kibith tramite gli orecchini Potara. In realtà la Fusion avviene per sbaglio, prima di sapere che questa è permanente. Kaiohbith verrà comunque continuato ad esser chiamato Kaiohshin e conserverà l'aspetto di Kaiohshin, pur se con i capelli di Kibith.

KAIOHSHIN IL SOMMO
Questo personaggio divino in realtà è il frutto della fusione con una Strega tramite gli orecchini Potara. Questa fusione ha donato ha kaioh shin il sommo un aspetto sicuramente peggiore ma dei nuovi poteri magici. Come tutte le fusioni con i Potara la sua durata è illimitata.

GOTAN
E' la fusione tra Goku e Mr Satan. Questa fusione non è mai stata realizzata , infatti Goku, trovandosi in difficoltà perchè Gohan era stato assorbito da Majin Bu, non sapendo con chi unire i suoi poteri immagina che guerriero potesse nascere unendosi a Mr Satan.

VEKU
Veku è il risultato di una fusione effettuata tra Goku e Vegeta allo scopo di affrontare il demone Janenba. La fusione riesce male poiché, durante l' esecuzione del balletto necessario per unirsi Vegeta chiude la mano a pugno invece di distendere gli indici. Nella mezz'ora in cui la fusione tieni uniti Goku e Vegeta Veku emetterà peti volanti e verrà colpito più volte come un punching-ball da Janenba.


DENKU
E' la fusione tra Goku e Dende. Questa fusione come quella tra Goku e Mr Satan in relatà non e mai stata realizzata. Gli unici esseri viventi rimasti sulla terra sono Denede e Mr Satan. Goku non sapendo con chi unire le sue forze per sconfiggere il potente Majin Bu prova ad immaginare quale guerriero sarebbe nato dalla sua fusione con Dende.

GOGETA
Nel 12° OAV tratto da Dragon Ball Z, "Il diabolico guerriero degli inferi", Gogeta è il risultato della fusione tra Goku e Vegeta tramite la tecnica del pianeta Metamorfosi. Un giovane orco addetto al cambio dei contenitori della malvagità, che la lavatrice spirituale un po' alla volta riempie dopo aver ripulito le anime dirette negli inferi, assorto dalla musica del suo walkman, non sostituisce il contenitore che, essendo pieno, scoppia provocando una reazione a catena con gli altri contenitori che fanno fuoriuscire tutta la malvagità contenuta in essi. Investito dalla malvagità il ragazzo si trasforma in un mostro enorme, Janenba. L'orco crea una barriera dimensionale trasformando l'aldilà e facendo tornare in vita i defunti. Goku e Vegeta utilizzano la fusione per trasformarsi prima erroneamente in Veku e poi in Gogeta sconfiggendo Janenba.

SAPETE COSA C'E' DI DAVVERO CURIOSO NELLA SERIE? IL SIGINIFICATO DEI NOMI...LEGGETELI SOTTO...E MI DARETE RAGIONE....

Son Goku Nome del leggendario Re delle scimmie
Kakaroth Carota
Lunch Alimen leggero
Bulma Calzoncini da ginnastica per ragazze
Chichi Tette o capezzoli

Crilin

Pelato
Videl
Diavolo
Maestro Muten

Eremita della Tartaruga

Son Gohan Zuppa
Son Goten
Parte inferiore del cielo
Yamcha Tipo di biscotto
Lunch Massironi
Vegeta
Vegetale
Olong Tipo di Té
Pual Tipo di Té
Shenron Drago Sacro
Jaozy Tipo di ravioli
Sibilla Vecchia chiromante
Nahm Povertà nel Vietnam
Lan Fan
Carina
Ten Shin Han Tipo di Riso
Pilaf Tipo di Riso
Darbula Formula magica: Abracadabra
Nappa Tipo di Cavolo
Jeeth Tipo di formaggio
Butter Burro
Guldo Yogurt
Rikoom Crema
Ginyu
Latte
Dodoria Frutto esotico
Cold (padre di Freezer) Feddo
Cooler (fratello di Freezer)
Rinfrescante
Nail Razza di chiocciole
Dende Razza di chiocciole
Piccolo Tipo di flauto (Ottavino)
Bra Reggiseno
Trunks
Calzoncini
Briefs Mutande
Broly Broccoli
Sayan Popolazione di Verdura


LA SIGLA

TESTI DELLE CANZONI

CHA-LA HEAD-CHA-LA (Hironobu Kageyama)

CHA-LA HEAD-CHA-LA (traduzione in italiano)

Dragon Ball Z What's my destiny

DAN DAN KOHORO (Field of View)

CHA-LA HEAD-CHA-LA
(Hironobu Kageyama)

Hikaru kumo o tsukinuke Fly Away (Fly Away)
Karada juuni hirogaru panorama
Ka o kerareta chikyuu ga okotte (okotte)
Kazan o bakuhatsu saseru

Toketa koori no naka ni
Kyooryuu ga itara tamonori shiku mitai ne

CHA-LA HEAD-CHA-LA
Naniga okite mo kibun wa henoheno kappa
CHA-LA HEAD-CHA-LA
Munega pachipachi suru hodo
Sawagu Genkindama... SPARKING!

Sora o kyuukooka Jet Coaster (Coaster)
Ochiteyuku yo panikku no sono e
Keishiki sakasa ni naru to yukai sa (yukai sa)
Yama sae oshiri ni mieru

Nayamu jikan wa na i yo
Doko ka ni hisomu "Bikkuri!" ni aitai kara

CHA-LA HEAD-CHA-LA
Atama karappo no hoo ga yume tsume komeru
CHA-LA HEAD-CHA-LA
Egau urotora zetto de
Kyoo moi ai-ai-ai-ai-ai

CHA-LA HEAD-CHA-LA
Naniga okite mo kibun wa henoheno kappa
CHA-LA HEAD-CHA-LA
Munega pachipachi suru hodo
Sawagu Genkindama... SPARKING!


CHA-LA HEAD-CHA-LA
(traduzione in italiano)

Sfreccia attraverso le nuvole luccicanti e vola via (vola via)
Dentro di me si sta delineando il panorama
La Terra, presa a calci in faccia, è adirata (adirata)
Si sfoga facendo eruttare un vulcano

Se i ghiacciai del Polo Nord dovessero sciogliersi,
rivelando al loro interno un dinosauro,
io voglio insegnargli a rincorrere le sfere.

* CHA-LA HEAD-CHA-LA
Qualunque sentimento io provi, lo manifesterò
CHA-LA HEAD-CHA-LA
Il mio cuore ansima,
una violenta Genkidama... sta scintillando!

Cade dal cielo, un Jet Coaster (Coaster)
È pronto ad abbattersi, gettando nel panico questo luogo sereno,
Anche se il paesaggio finisse sottosopra, sarò felice! (Felice!)
Adesso i monti sembrano le spalle di qualcuno.

Non ho tempo per preoccuparmene!
Perché da qualche parte terrò in serbo una "Sorpresa!"

CHA-LA HEAD-CHA-LA
Una testa libera da pensieri ha più spazio per creare sogni, CHA-LA HEAD-CHA-LA
Con un ultimo largo sorriso
Anche oggi ai-ai-ai-ai-ai-ai...

 

Dragon Ball Z
What's my destiny

Dragon, dragon, dragon, dragon ball
Dragon, dragon, dragon, dragon ball

Chi sei Goku non lo sai
però presto lo scoprirai
e poi tu scomparirai
una nuova realtà
con le sue verità
scaverà nel tuo passato
e guardando più in là
il tuo cuore saprà
ritrovare dragon ball

what's my destiny dragon ball
io so che tu lo sai dragon ball
perchè non c'è
un drago che
sia grande come te
dragon ball
Dragon, dragon, dragon, dragon ball
Dragon, dragon, dragon, dragon ball

l'oscurità splendente
diverrà con te perchè
la tua fiamma oramai
è più ardente che mai
what's my destiny dragon ball
io so che tu lo sai dragon ball
perchè non c'è
un drago che
sia grande come te

what's my destiny dragon ball
uououo dragon ball
uououououououo

what's your destiny dragon ball
tu non ce lo dirai dragon ball
ma tornerai e già lo sai
che il buio vincerai

dragon ball
Dragon, dragon, dragon, dragon ball
dragon ball
Dragon, dragon, dragon, dragon ball
dragon ball.

 

DAN DAN KOHORO
(Field of View)

DAN DAN kokoro hikareteku
MI SI
Sono mabushii egao ni
DO#m SOL#m
Hatenai yami kara tobi dasou... Hold my hand
LA MI DO#m RE SI DO… RE… MI…

Kimi to deatta toki
DO RE SIm
Kodomo no koro taisetsu ni
MIm DO
omotteita basho wo omoideshitan´da
SI MIm RE
Boku to odotte kurenai ka
DO RE SIm
Hikari to kage no Winding Road ima demo aitsu ni muchuu na no?
MIm DO SI MIm RE
Sukoshi dake furi muki takunaru youna toki mo aru kedo
DO RE
Ai to yuuki to hokori wo motte tatakau yo
MIm SOL DO SI…

DAN DAN kokoro hikareteku
MI SI
Kono hoshi no kibou no kakera
DO#m SOL#m
Kitto dare mo ga eien´ wo te ni iretai
LA MI DO#m RE SI

ZEN ZEN ki ni shinai FURI shitemo
MI SI
Hora kimi ni koi shiteru
DO#m SOL#m
Hatenai yami kara tobi dasou Hold your hand
LA MI DO#m RE SI MI

(Assolo sugli accordi del ritornello)

Okotta kao mo tsukareteru
DO RE SIm
Kimi mo suki dakedo An´na ni
MIm DO
Tobashite ikite daijoubu kana to omou
SI MIm RE
Boku wa... nani ki nai shigusa ni
DO RE SIm
Furi mawasareteru Sea side blue soredemo aitsu ni muchuu na no?
MIm DO SI MIm RE
Motto kikitai koto ga atta no ni
DO RE
Utari no kaiwa ga kuruma no oto ni wa bamarete toori ni mau yo
MIm SOL DO SI…

DAN DAN kokoro hikareteku
MI SI
Jibun´ demo fushigi nan´ dakedo
DO#m SOL#m
Nani ka aru to sugu ni kimi ni den´wa shitaku naru
LA MI DO#m RE SI

ZEN ZEN ki no nai FURI shitemo
MI SI
Kekkyoku kimi no koto dake miteita
DO#m SOL#m
Umi no kanata e tobai dasou yo... Hold my hand...
LA MI DO#m RE SI DO… RE… MI…

(Assolo sugli accordi del ritornello)

COSA PENSA TORYAMA DELLE SUE TAVOLE

Toryama ha dichiarato in un'intervista che tra i suoi disegni ce n'é soltanto uno che gli piaccia veramente.

Ecco le sue parole:
"Mi piace quella in cui Goku e Gohan sono su un'Harley con le zampe. Questa è l'unica illustrazione che mi piaccia veramente. Che io ricordi, questa è l'unica in cui sia la composizione sia la colorazione sono ben eseguiti".
Nei 42 volumi a fumetti di cui si compone la saga vi sono ben 148 combattimenti, più di 8000 tavole disegnate, oltre 150 perosonaggi tra principali e comprimari e la più coinvolgente comicità che il mondo dei manga ci abbia mai regalato.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DRAGON BALL, L’OPINIONE PUBBLICA E LA CENSURA

Nella prima serie sono presenti numerose censure e modifiche, come scene tagliate, fermi immagine, dialoghi moderati o cambiati del tutto, taglio di qualunque riferimento giapponese e l'aggiunta di voci fuori campo. Ad esempio, spesso quando un personaggio è inquadrato da dietro vengono aggiunte delle voci fuori campo o dei pensieri. Molte sono le scene in cui nella versione originale è presente il silenzio, mentre in Italia sono state aggiunte battute aggiuntive: ad esempio, nelle occasioni in cui i guerrieri si scrutano senza parlare, nella versione italiana spesso sono aggiunti pensieri fuori campo.
La censura più conosciuta è indubbiamente quella dei primi episodi, dove Goku che non è ancora in grado di capire la differenza tra maschio e femmina toglie le mutandine a Bulma mentre dorme, quest'ultima non essendo al corrente il giorno dopo, in cambio di una sfera del drago in possesso dell'eremita delle tartarughe Muten, alza la gonna, senza sapere di non portare le mutandine. Tale scena è presente nella versione cartacea (manga prima edizione italiana).
Quando Yamcha combatte contro l'uomo invisibile di Baba, i suoi amici escogitano un trucco per renderlo visibile: mostrano il seno di Bulma a Muten in modo che questi spruzzi sangue dal naso sull'uomo invisibile. La scena è stata censurata tagliando la scena dove Crilin spoglia Bulma e sostituendo la frase precedente: Crilin apostrofa Muten dandogli del pelato ed è questo a provocargli l'uscita del sangue dal naso.
Dragon Ball Z è stato censurato in tre messe in onda: la prima volta quando è stata eliminata la scena dove Freezer, dopo aver ferito Crilin, lecca il sangue che cola dalle sue ferite (tuttavia la scena è stata reinserita nella messa in onda successiva); la seconda volta quando, durante lo scontro tra Cell e il piccolo Gohan, il mostro schiaccia la testa di C-16, provocando uscite di sangue, mentre questi incitava il giovane Saiyan a liberare la sua rabbia e a trasformarsi al secondo livello; la terza volta quando Majin Bu decide di eliminare il mago Babidi con un pugno alla testa, che provoca un grande schizzo di sangue.
Inoltre, sono stati persino eliminati gli innocui caratteri katakana che, nella sigla italiana, formano in giapponese il nome originale dell'anime, Doragon Boru.

IL MANGA IN ITALIA

DOPPIAGGI E MODIFICHE DEI NOMI DEI PERSONAGGI

Bisogna sapere che i nomi italiani sono più simili agli originali nel manga che nell'anime. Molte delle differenze tra i nomi del manga originale e quelli del manga in italiano sono dovuti al fatto che gli ideogrammi giapponesi si possono traslitterare in caratteri occidentali in più modi: per esempio in giapponese la u non si pronuncia quasi, quindi la si può omettere nella traslitterazione, oppure la l e la r sono equivalenti ecc. Per questo motivo Kuririn può essere traslitterato anche in Crilin (come viene chiamato nell'edizione italiana del manga) perché la u non si pronuncia e può essere omessa, la seconda r può anche essere sostituita con la l e la K può essere sostituita con la C perché hanno lo stesso suono. Altre differenze sono dovute al fatto che alcuni nomi originali sono stati tradotti in italiano: per esempio poiché Uranai Baba significa in giapponese vecchia chiaroveggente, è stata chiamata in italiano Vecchia Sibilla; allo stesso modo Kami (spesso chiamato Kami-sama in segno di rispetto) significa letteralmente "Dio" e per questo motivo è stato chiamato Dio nella versione italiana. Anche "Stregone del Toro" (Gyumao) e "Grande Mago Piccolo" (Pikkoro Daimao) sono traduzioni letterali del nome originale. Altre differenze sono dovute al fatto che i giapponesi scrivono in romaji (giapponese traslitterato in caratteri occidentali) i nomi inglesi in modo storpiato (esempi: Furiza al posto di Freezer, Ginyu al posto di Ginew, Jisu al posto di Jeeth) per adattarli all'alfabeto e alla pronuncia giapponese e la starcomics li ha semplicemente scritti in modo corretto (cioè come li scriverebbero gli inglesi).

Un'altra cosa da consderare è che i personaggi che appaiono nella prima serie dell'anime hanno quasi tutti i nomi storpiati mentre quelli che appaiono per la prima volta nella serie Z fanno fede alla serie oroginale orientale.

DRAGON BALL IN ALTRI MEDIA

^ La Terra di Dragon Ball è diversa da quella reale: è composta da un unico supercontinente più varie isole, ed è abitata anche da animali antropomorfi
^ Dragon Ball (prima edizione) 20, 18 gennaio 1996, pag. 126. «Per quanto riguarda il nome di Goku, è possibile scriverlo in entrambi i modi (Goku o Gokuh), a seconda di quale metodo di traslitterazione si usa nello scrivere gli ideogrammi.»
^ Per traslitterare in ideogrammi i termini stranieri, i giapponesi sono costretti a storpiare la pronuncia e la scrittura di tali parole. Infatti ogni ideogramma in giapponese rappresenta una sillaba (unione di due suoni, consonante + vocale) e non un singolo suono, dunque in giapponese non esistono parole con due consonanti consecutive. Per scrivere una parola straniera che contiene due consonanti consecutive in caratteri giapponesi bisogna quindi aggiungere una vocale tra le due consonanti. Esempio: Dragon Ball viene scritto ??????? (Doragon Boru) perché non esistono ideogrammi che si pronuncino "d" o "l"; i giapponesi sono dunque costretti a utilizzare al loro posto gli ideogrammi con la pronuncia più simile, cioé "do" (?) e "ru" (?). Un altro problema è la pronuncia di fonemi non esistenti in giapponese, il che causa una pronuncia (e una scrittura) approssimativa delle parole inglesi che contengono tali fonemi. Per esempio la "er" di Freezer in inglese si pronuncia /?/, una vocale non esistente in italiano (e in giapponese) che viene approssimativamente pronunciata dai giapponesi "a". Il th sordo (/?/) di Jeeth, un suono non esistente sia in italiano che in giapponese che viene pronunciato mettendo la lingua tra i denti, viene approssimativamente pronunciato dai giapponesi "s".

"DRAGON BALL" IL FILM CON ATTORI VERI (1989)

Dragon Ball - Il film è il film (non ufficiale) con attori in carne e ossa ispirato al celebre manga ed anime Dragon Ball, ideato da Akira Toriyama e girato da Joe Chan e Leung Chung. È stato girato a Taiwan nel 1989. Si può spesso trovare indicato con il suo titolo inglese "Dragon Ball - The magic begins".
Il malvagio Re Satan vuole impossessarsi delle sette sfere del drago che gli permetteranno di realizzare il suo sogno: soggiogare l'umanità e dominare l'universo. Due sfere sono già nelle sue diaboliche mani, le altre le custodiscono Goku, Bulma, Olong, Yamcha, il Maestro Muten, vecchio eremita della tartaruga. Solo unendosi potranno riuscire a distruggere il perfido Re e i suoi potenti guerrieri Malila e Zebrata prima che sia troppo tardi....

"DRAGON BALL EVOLUTION" (2009)

In questa sezione un paio di foto dal set del film dal vivo di Dragon Ball, scritto e diretto da James Wong (Final Destination) e prodotto da Stephen Chow (Shaolin Soccer).

La 20th Century Fox è riuscita a portare sul cinema del grande schermo il film “Dragonball Evolution”, un film diretto dal regista James Wong. Statunitense ma di origini cinesi, James Wong è un esperto di film-fantasy-avventura. Il regista James Wong ha già diretto per diversi anni la serie Tv di “X-Files”. Il film “Dragonball Evolution” è sicuramente meno “manga” dell’ originale.
Protagonista della storia di “Dragonball Evolution” è Goku, interpretato dal ventisettenne canadese Justin Chatwin (già interprete del film thriller paranormale “Invisible” di David S. Goyero o lo troviamo al fianco di Tom Cruise nella "Guerra dei Mondi"). Per calarsi nei panni del personaggio dei fumetti Goku, Justin Chatwin ha studiato karate, kung fu e capoeira in un duro allenamento di sei mesi.
Il film “Dragonball Evolution” è stato girato per la maggior parte in Messico, a Durango. Il film è costato un budget di 100 milioni di dollari ed è stato ultimato negli studios di Los Angeles. “Dragonball Evolution” è uscito al cinema il 10 Aprile 2009.

LA TRAMA DEL FILM “DRAGONBALL EVOLUTION”
Dopo la morte del nonno per mano del terribile antagonista Piccolo (interpretato da James Marsters), il diciottenne Goku (Justin Chatwin) conosce quella che nel manga viene descritta come la ragazza più intelligente del mondo, la bellissima Bulma (interpretata da Emmy Rossum). Goku inizia con Bulma una straordinaria avventura alla ricerca delle mitiche sfere del drago per impedire al guerriero Piccolo di usarle per esprimere il desiderio di dominare il mondo. Da semplice studente universitario, Goku diventa un eroe: il simbolo del bene. L’ anziano e stravagante maestro di Goku è Roshi (interpretato da Chow Yun-Fat).

ANNO 2001 - 2009

Intorno al 2001 Dragon Ball raggiunse l'apice del successo in Italia, motivo per cui aumentarono le serie e gli oggetti relativi alla serie. Oltre alla collana Dragon Ball Deluxe, al tempo in uscita, furono pubblicate due nuove e diverse edizioni, la De Agostini distribuì le serie Z e GT in cassetta, e fu creata la raccolta Dragon Ball Z scacchi con le pedine rappresentate da personaggi di Dragon Ball e relativi fascicoli sugli scacchi. Inoltre furono commercializzati anche pupazzi (le cosiddette "action figure"), carte da collezionare e molti videogiochi relativi per Playstation 1 e 2 ed altre console. Nel 2003 De Agostini mise in distribuzione su DVD la serie Dragon Ball Z, mentre nel 2007 la prima serie di Dragon Ball in edizione integrale e i film tratti dalle tre serie. Nel 2009 la hachette ha dato il via ad una nuova collezione di action figure (gashapon) di dragon ball composta da tutti i personaggi visti nell'anime.

Il successo di Dragon Ball è stato sfruttato anche da numerosi videogiochi, come ad esempio Dragon Ball GT: Final Bout e Dragon Ball Z: Ultimate Battle 22 e Dragon Ball Z: Legends per Playstation e Super Dragon Ball Z, Dragon Ball Z: Budokai 3, Dragon Ball Z: Budokai Tenkaichi, Dragon Ball Z: Budokai Tenkaichi 2 (intitolato in Giappone "Sparking Neo") e Dragon Ball Z: Budokai Tenkaichi 3 (in Giappone "Sparking Meteor"), Dragon Ball Z: Infinite World per Playstation 2 e per Nintendo Wii, Dragon Ball Z: Shin Budokai 1 e 2 per PSP e "Dragon Ball Z: Burst limit" per PlayStation 3 e XBox 360.

DRAGON BALL KAI, UNA NUOVA RICOSTRUZIONE IN HD

Dal 5 aprile 2009 va in onda su Fuji TV una nuova serie, Dragon Ball Kai (KAI, Doragon Boru Kai), rimasterizzata in alta definizione e privata di molte parti filler.Realizzata per celebrare il 20° anniversario dalla prima trasmissione di "Dragon Ball Z" in Giappone, avvenuta nell'aprile del 1989 fino al gennaio del 1996, in questa nuova serie vengono tolti i filler (cioè le parti non presenti nel manga, poiché Toriyama a quel tempo era ancora alle prese con il manga, quindi i registi e gli animatori dovettero riempire i buchi, con delle puntate come quella in cui Goku e Piccolo prendono la patente o le minisaghe di Garlic Jr. e del torneo dell'aldilà) in modo da ridurre le puntate dell'anime a 100 circa (l'anime originale era di 291 episodi); sarà quindi una serie animata più fedele al manga e lo sviluppo della trama procederà più speditamente. Inoltre la qualità delle animazioni verrà migliorata e verranno aggiunte nuove scene, insieme col riadattamento dei dialoghi. I doppiatori dei personaggi sono, quando possibile, gli stessi della prima serie. La serie inoltre è stata restaurata e computerizzata in 3D e HD (versione alta qualità tridimensionale).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

yvki22yf