Grendizer

MagiaManga

INDEX
di Go Nagai
 
Index Goldrake
 
     
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
L'UOMO TIGRE II "DEGNO SUCCESSORE"
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga

CURIOSITA'

 

Actarus (Daisuke) il Pilota di Goldrake (Ufo Robot Grendizer )
Titolo Originale: Ufo Robot Grendizer

Produzione: © 1975 Go Nagai/Dynamic Planning Inc./Toei Animation

Numero Episodi: 74 (di cui 3 mai trasmessi)

Anno Messa in Onda in Giappone: dal 5 ottobre 1975 al 27 febbraio 1977

Anno Messa in Onda in Italia: 4 aprile 1978 su RAI 2, poi ritrasmesso con scadenza irregolare in varie emittenti private

Ideatore: Go Nagai Regia: Osamu Kasai, Masayuki Akemi

Animazioni: Kazuo Komatsubara,Tadanao TsujiMusiche: Shunsuke Kikuchi, Chumei Watanabe

 

 

 

 

Gli Episodi

DA 30 ANNI IN ITALIA

Era il 4 Aprile del 1978 quando venne trasmesso alle 18:45 su Rete 2 (meglio conosciuta oggi come Rai Due) per la prima volta in Italia Goldrake, ed era la prima volta in assoluto che arrivava sulle nostre reti una serie robot firmata da Nagai. Un cartone dal titolo “Atlas Ufo Robot“, una serie giapponese inedita che aveva suscitato non pochi dubbi alla dirigenza della Rai del tempo. Dubbi che sono stati totalmente eliminati dal successo travolgente che la creatura dello sconosciuto Go Nagai (creatore del genere dei Mecha in Giappone e nel mondo) raggiunse nel nostro Paese, grazie ad un passaparola tra i telespettatori che diventarono ben presto milioni!!!! La serie ebbe successo anche in Francia (vedi a sinistra) e nel mondo arabo, soprattutto in Egitto e Arabia Saudita. Ancora oggi, a distanza di decenni dalla sua trasmissione, è ricordata da migliaia di fan, soprattutto in Europa.

LISTA EPISODI

1 - Alcor e Actarus

2 - La Terra e' in pericolo!

3 - L'incubo

4 - Il mostro spaziale

5 - Una serata di gloria

6 - Attacco a Tokyo

7 - Missione da Vega

8 - Un mistero dallo spazio

9 - Catturate gli spaziali!

10 - Operazione spionaggio

11 - L'agguato lunare

12 - Il disco di ghiaccio

13 - Fiamme dallo spazio

14 - Festa di Capodanno

15 - Episodio non trasmesso in Italia

16 - La stella fantasma

17 - La bufera di neve

18 - Passaggio segreto

19 - L'insidia sotto la montagna

20 - Pioggia di asteroidi

21 - Il giorno dell'aurora

22 - La difesa magnetica

23 - Distruggere la diga!

24 - Eliminate Goldrake!

25 - L'amore che sboccio' nel cielo

26 - Avanti nello spazio!

27 - Il contrattacco di goldrake

28 - L'invasione degli umanoidi

29 - Il mostro dallo spazio

30 - La cicatrice rossa

31 - Un robot per Alcor

32 - Un miraggio mortale

33 - Un amico dallo spazio

34 - Un lupo siderale

35 - Il terremoto misterioso

36 - Il raggio ciclonico

37 - Esplosione nella galassia

38 - La ricerca del superuranio

39 - Venusia scende in campo

40 - Il mare e' in fiamme!

41 - Battaglia negli abissi marini

42 - S.O.S. dal centro spaziale

43 - Una base segreta sulla terra

44 - Un segreto dalla preistoria

45 - I mostri del sottosuolo

46 - Uno squalo dallo spazio

47 - L'insidia sotto il lago

48 - La montagna scomparsa

49 - Il mostro ribelle

50 - Eliminate Alcol

51 - Il pianeta contaminato

52 - La fuga

53 - Il mostro invincibile

54 - Orrore negli abissi

55 - Il mostro di Lochness

56 - L'occhio spaziale

57 - Un piccolo mostro

58 - Il falso Goldrake

59 - Episodio non trasmesso in Italia

60 - Ultimatum ore sette

61 - Piano Pegaso

62 - Il giorno dei cigni

63 - gelo mortale

64 - Gli ultimi cinque minuti

65 - Alcor, un vero combattente

66 - Sotto il livello del mare

67 - La fuga di Gandal

68 - Maria nella tempesta

69 - Il figlio di Zuril

70 - Addio, re di Fleed!

71 - Episodio non trasmesso in Italia

72 - Rivoluzione nello spazio

73 - Due amici inseparabile

74 - Goldrake o Vega?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DOPPIATORI

ACTARUS: Romano Malaspina, Kei Tomiyama nella versione Giapponese

ALCOR: Giorgio Locuratolo, Hiroya Ishimaru nella versione Giapponese

DOTTOR PROCTON: Elio Zamuto, Jouji Yanami nella versione Giapponese

VENUSIA: Rosalinda Galli, Chiyoko Kawashima nella versione Giapponese

MARIA: Emanuela Rossi, Liliana Sorrentino, Rihoko Yoshida nella versione Giapponese

RIGEL: Armando Bandini

MIZAR: Fabrizio Mazzotta

BOSS: Willy Moser

NUKE: Vittorio Guerrieri

MUCHA: Marco Guadagno

BANTA: Marco Messeri

HAYASHI: Roberto Del Giudice

YAMADA: Massimo Rossi

VEGA: Gino Donato, Jouji Yanami nella versione Giapponese

GANDAL: Walter Maestosi (dal 1° al 25° episodio), Germano Longo (dal 26° al 74° episodio)

LADY GANDAL: Anna Teresa Eugeni

HYDARGOS: Guido Celano (dal 1° al 5° episodio), Aldo Barberito (dal 6° al 71° episodio)

ZURIL: Sandro Iovino (dal 28° al 52° episodio), Andrea Lala (dal 54° al 60° episodio), Carlo Reali (dal 61° al 74°)

 

 

 

 

     
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
L'UOMO TIGRE II "DEGNO SUCCESSORE"
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA SIGLA

Il cartoon, nato dalla matita del giapponese Go Nagai, in pochissimo tempo divenne una serie cult tra gli adolescenti di allora. Così come la sua sigla: un vero e proprio tormentone. La musica era scritta da Vince Tempera e Ares Tavolazzi, il testo da Luigi Albertelli e a cantarla c'era Alberto Tadini.

Come Nacque...

Alberto Tadini racconta...nel '71, quando partecipai al Festival di Sanremo, conobbi il maestro Tempera e diventammo amici. Quando lasciai il gruppo dei Gens, iniziai a cantare con la sua orchestra. Andammo in tournée in giro per l'Italia e Tempera diventò il mio produttore. All’epoca delle sigle dei cartoni, cantavo con i "Bobo Express", un'orchestra di Bologna che annoverava tra i componenti anche Paolo Gianolio (attuale chitarrista di Baglioni) e Fio Zanotti (arrangiatore di Celentano, Anna Oxa). Tempera mi chiamò dicendo che c'era una sigla di cartoni giapponesi che doveva andare in onda sulla Rai. Non ci pensai un minuto e partecipai al coro di Ufo Robot. In seguito fu composta anche la sigla di Goldrake per i titoli di coda, dove la mia voce fu più in evidenza.

 

UFO ROBOT
(Albertelli, Tempera, Bandini)
cantata da ACTARUS (Michel Tadini)
Ed. FONIT CETRA 1978

Ufo Robot, Ufo Robot
Ufo Robot, Ufo Robot
Si trasforma in un razzo missile con circuiti di mille valvole
fra le stelle sprinta e và...

Mangia libri di cibernetica, insalata di matematica
e a giocar su Marte và...
Lui respira nell'aria cosmica
è un miracolo di elettronica, ma un cuore umano ha...

Ma chi è?, Ma chi è?
Ufo Robot, Ufo Robot

Lancia laser che sembran fulmini, è protetto da scudi termici
sentinella lui ci fà...
quando schiaccia un pulsante magico lui diventa un'ipergalattico
lotta per l'umanità...

Ufo Robot, Ufo Robot
Ufo Robot, Ufo Robot
Si trasforma in un razzo missile con circuiti di mille valvole
fra le stelle sprinta e và...

Lui respira nell'aria cosmica
è un miracolo di elettronica ma un cuore umano ha...

Ma chi è?, Ma chi è?
Ufo Robot, Ufo Robot

Lancia laser che sembran fulmini, è protetto da scudi termici
sentinella lui ci fa...
quando schiaccia un pulsante magico lui diventa un ipergalattico
lotta per l'umanita`...

Si trasforma in un razzo missile con circuiti di mille valvole
fra le stelle sprinta e và...
Ufo Robot, Ufo Robot
Ufo Robot, Ufo Robot

 

GOLDRAKE
(Albertelli, Tempera, Luca)
cantata da ACTARUS (Michel Tadini)
Ed. FONIT CETRA 1978


Và, distruggi il male, và! (goldrake!)
Va, (goldrake!)
Mille armi tu hai non arrenderti mai,
perchè il bene tu sei, sei con noi.
Vai, contro i mostri lanciati da Vega,
Vai, che il tuo cuore nessuno lo piega.
Con te, la razza umana non morirà,
invincibile sei perchè Actarus c'è
che combatte con te dentro te.
Và, distruggi il male, và! (Alabarda Spaziale!)
Và, (Lame Rotanti!)
Và, (Pioggia di fuoco!)
Mille armi tu hai non arrenderti mai,
perchè il bene tu sei, sei con noi.
Vai, c'è sul radar la flotta di Vega,
vai, il tuo corpo di acciaio solleva,
con te, io sto tranquillo se ci sei tu,
io resto quaggiu' e tu scatti lassù,
sentinella nel blu vai lassù. (Goldrake!)
Va, distruggi il male, và! (Alabarda Spaziale!) Và, (Lame Rotanti!)
Và, (Pioggia di fuoco!) Mille armi tu hai non
arrenderti mai, perchè il bene tu sei, sei con noi.

Mille armi tu hai non arrenderti mai,
perchè il bene tu sei, sei con noi. (Goldrake!)

 

CASO DISCOGRAFICO....

Alcuni lo hanno definito addirittura un "caso" discografico. Stiamo parlando della cover in versione strumentale della sigla del celebre cartone animato giapponese Goldrake. Ad eseguirla un venticinquenne napoletano, ancora poco noto ai più, che risponde al nome di Alessio Caraturo. La sigla di Goldrake, cartone che iniziò ad andare in onda in Italia a partire dal 1978, era stata scritta da un gruppo di parolieri e musicisti costituito da Albertelli, Tempera, Luca ed era cantata da Actarus (Michel Tadini), come il nome dal protagonista del cartone. La versione riproposta da Alessio Caraturo è molto diversa dall'originale poiché è realizzata soltanto con l'accompagnamento di una chitarra acustica e da archi.

IL ROBOT: Goldrake è un robot costituito da un disco volante Atlas (Spacer nella versione originale) e da un robot gigante antropomorfo che è in grado di entrare e di uscire dal disco e così di volare e di viaggiare nello spazio.

Il robot è costruito in super metallo Gren (da cui prende il nome Grendzinger della serie originale) il computer principale è posizionato all'altezza dello stomaco vicino al generatore principale che riceve energia fotonica attraverso le corna.
Goldrake è dotato di un dispositivo di sicurezza che non permette a nessuno escluso Actarus e Maria di toccarlo senza prendere una possente scossa elettrica.

Scheda tecnica

DATI TECNICI del robot:

• Altezza: 30 metri.
• Peso: 280 tonnellate.
• Circonferenza collo: 7,5 metri
• Circonferenza petto: 21 metri
• Circonferenza braccia: 7,2metri
• Circonferenza gambe: 8,8 metri
• Lunghezza braccia: 10,5 metri
• Lunghezza gambe: 16,3 metri
• Lunghezza del piede: 5 metri circa
• Velocità in corsa: 700 Km/h
• Potenza di salto in
elevazione: 1.000 metri
• Potenza: 1.800.000 cv
Materiali: Metallo Spaziale Gren
Fonte di energia: energia fotonica (Kouryoushi Energy) assorbita dalle corna laterali

Dati tecnici del disco SPACER : Il disco volante che permette a Goldrake di volare.

Lunghezza: 34 metri.
Lunghezza (combinato con Goldrake): 40 metri.
Peso: 150 tonnellate.
Peso (combinato con Goldrake): 430 tonnellate.
Velocità: mach 9.

Nello spazio può volare alla velocità della luce.

Tra le mitiche armi a disposizione di Goldrake ricordiamo le lame rotanti, i missili perforanti, i magli perforanti, il raggio antigravità, i disintegratori paralleli, il tuono spaziale, il doppio boomerang, e l’alabarda spaziale. Actarus ha come Superman un punto debole: una ferita sul braccio procuratasi durante i bombardamenti del suo pianeta, che si riapre quando è esposta a radiazioni di Vegatron. Il finale è affrettato e deludente: dopo la distruzione definitiva delle truppe di Vega, Actarus e Maria, giunti a conoscenza che la vita su Fleed aveva dato segnali di ripresa, decidono in un attimo di tornarsene nel loro pianeta.

Nella seconda serie Goldrake viene affiancato da mezzi che ne aumentavano le possibilita difensive e di attacco:

Goldrake2: Pilotato da Alcor. Permette a Goldrake di volarei e fermarsi in aria. E' armato con: 25 missili ciclonici, una coppia di lame cicloniche, un raggio ciclonico da 30.000 volts.

Delfino Spaziale: (Marine Spacer) pilotato da Venusia permette a Goldrake di combattere sott'acqua. Il Delfino Spaziale è lungo 25 metri e pesa 90 tonnellate ed è armato con una lama ciclonica e 25 missili tattici.

Trivella Spaziale: (Drill Spacer) pilotata da Maria, permette a Goldrake di combattere nel sottosuolo. E' armato con missili perforanti e bombe nucleari.

GOLDRAKE-MANIA

All’epoca della messa in onda, il merchandising che riproduce il robot e i protagonisti del cartone animato andò letteralmente a ruba, spaziando dalle figurine ai diari scolastici, dalle carte da gioco ai modellini in scala. In piena Goldrake-mania si diffuse, soprattutto grazie alla stampa, una falsa notizia, secondo cui i cartoni animati Giapponesi (tra cui Goldrake, ovviamente) non erano animati a mano, ma da un computer, che sulla base dei dati inseriti da tecnici in camice bianco faceva tutto da solo. La diceria avrebbe resistito fino agli anni Novanta. Nel 1991, Mangazine pubblicò un dossier sulla Toei Animation, contenente alcune interviste rilasciate a Federico Colpi. Quando questi raccontò la notizia alla Toei, il suo interlocutore, dopo una lunga risata, disse: «Scusi, ma li ha visti i nostri studi? Qui non c’è nemmeno l’aspirapolvere, perché è tecnologia troppo avanzata… E poi, Goldrake è del 1975! A quei tempi non c’erano nemmeno i Word Processors» (info da Wikipedia). Su “La Stampa” del 14 gennaio 2008, si legge che “per la «Generazione Goldrake» le battaglie di Actarus furono una filosofia di vita. Rappresentavano con immagini semplici il coraggio, la perseveranza, la giustizia, e pure un tocco d’amore romantico con la ninfetta Venusia. La realtà era piena di cattivi maestri che insegnavano cose brutte.


NON TUTTI SANNO CHE…

Goldrake, in realtà, è ispirato ad un manga di Go Nagai, dove la storia di Duke Fleed/Daihasuke/Actarus si intrecciava anche con le vicende narrate in Mazinga (compariva anche il temibile Imperatore delle Tenebre). Ancora, la serie TV è preceduta da un episodio pilota, mai trasmesso in Italia della durata di 30 minuti circa, dal titolo Uchu-enban Daisenso.

L'EPISODIO PILOTA

Nel 1975 Go Nagai aveva collaborato alla realizzazione di Uchu-enban Daisenso ('La grande battaglia dei dischi spaziali'), un cortometraggio di circa 30 minuti uscito nei cinema in Giappone. Questo divenne poi l'episodio pilota per lo sviluppo della serie televisiva e, in seguito, dalla trama dello stesso vennero tratti gli ultimi tre episodi della serie di Goldrake.

In Uchu-enban Daisenso la caratterizzazione dei personaggi era diversa. Lo stesso robot (che comunque entrava ed usciva dal disco), chiamato Gattaiger (gattai in giapponese significa unione) compariva solo brevemente alla fine, lasciando quale vero protagonista il pilota, ed era completamente differente. Diversi erano anche i colori del disco di Duke Fleed, la cabina di guida era molto simile a quella di Mazinga Z, differenti i nemici. L'atmosfera country invece era già presente.

Il passaggio dal cortometraggio all'anime avvenne per insistenza della Popy, ramo della Bandai, noto produttore di giocattoli e videogiochi giapponese. Fu sempre la Popy a chiedere a Nagai, per l'anime, di disegnare le gambe del robot più corte e tozze rispetto a quelle dei due Mazinga, in modo da facilitare il mantenimento della posizione eretta dei modellini.


PASTICCIO ALL’ITALIANA!

La cosa divertente è che noi italiani dobbiamo sempre farci riconoscere: facciamo sempre casino!!! Infatti, non tutti sanno che in realtà Ufo Robot Goldrake è la continuazione de “Il Grande Mazinger”, che a sua volta è sequel di “Mazinga Z”. Il personaggio conosciuto nella serie con il nome di Alcor è niente di meno che Koji Kabuto, il pilota di “Mazinga Z”, apparso anche alla fine de “Il Grande Mazinger”, tornato dai suoi studi in America sugli UFO. Risultato di questi studi non è altro che il disco volante che Koji guida in Goldrake! Il fatto che in Italia (in questo ordine) Goldrake sia stato trasmesso da Rai 2, Il grande Mazinger dalle tv locali e Mazinga Z da Rai 1, fece si che i realizzatori di queste serie in Italia cambiassero le carte in tavola: così Koji è rimasto Koji nel Grande Mazinger, divenne Rio in Mazinga Z e Alcor in Goldrake! Ma ancora non è finita: vogliamo parlare del nome? Qualcuno ha mai capito che cavolo significa “Atlas”? Beh, niente, è un altro errore all’italiana! La serie di Goldrake venne acquistata dalla Rai dalla rete francese, dove era stata trasmessa in precedenza: quando i francesi consegnarono a noi tutto il materiale, lo raccolsero, come è uso fare, in un opuscoletto, chiamato oggi “Guide Book” in inglese; ma negli anni ‘70 non c’era questo uso, e i francesi lo chiamavano “Atlas”, cioè atlante, guida. Così, quando quel funzionario Rai si trovò tra le mani un opuscolo intitolato “Atlas Ufo Robot” (ossia “Guida ad Ufo Robot”), ritenne con ogni probabilità che quello fosse il titolo della serie!!!! C’è anche dell’altro: tre episodi, per qualche motivo, non vennero mai trasmessi in Italia. Si tratta degli episodi 15, 59 e 71!

GOLDRAKE, L’OPINIONE PUBBLICA E LA CENSURA

La polemica sul cartone era nata principalmente per la violenza dei combattimenti, che poi i bambini potevano imitare. Poi Goldrake venne trasmesso in un periodo in cui esistevano solo due canali Rai. C'era solo qualche piccola rete privata e solo regionale. La censura e il pensiero comune al tempo erano molto ingessati.

In un'ideale manuale di storia dei cartoni animati giapponesi, Goldrake conquisterebbe facilmente la copertina. Atlas Ufo Robot Goldrake (Ufo Robot Grendizer), trasmesso per la prima volta in Italia il 3 Aprile 1978 su Rai 2, non fu solo il capostipite del filone più di successo degli anime, che impressionò la fantasia di milioni di giovani spettatori in tutto il mondo, ma contribuì a cambiare il modo in cui i ragazzi di allora erano abituati a considerare la guerra e le situazioni di conflitto in generale.

Uno dei temi maggiormente presenti in Goldrake, è proprio quello di mettere la violenza e la guerra nella loro giusta ottica di non-valore, perfino quando sono indispensabili per difendersi da una minaccia aliena e conservare la vita sulla Terra. Un anime di guerra ma non guerrafondaio.

In Goldrake emergono poi per la prima volta dei forti riferimenti ecologici, con un insegnamento di rispetto della vita in tutte le sue forme, sia umane che animali e vegetali. Importante è anche il concetto di gruppo come fonte di aiuto e collaborazione reciproca finalizzata al raggiungimento di obiettivi precisi.

Le novità di questo cartone animato sono tali e tante soprattutto se confrontate con quelle che erano le produzioni americane firmate Disney, Warner Bros o Hanna Barbera. Questi cartoons, infatti, presentavano una visione edulcorata della realtà, dove non era presente alcuna violenza e le lotte o i litigi tra i vari protagonisti venivano sempre stemperati da trovate umoristiche o gag. Lo scopo finale era quello di intrattenere lo spettatore, farlo divertire, il tutto con un certo disimpegno che portava a considerare i personaggi come delle innocue e simpatiche “macchiette” e non certo delle persone reali con i propri sentimenti e problemi quotidiani. Con Goldrake, invece, ci troviamo di fronte a qualcosa di completamente diverso. La guerra, l’eterna lotta tra il bene e il male, i sentimenti e le tragedie personali, la psicologia dei personaggi, addirittura la morte e la distruzione, vengono portati in primo piano“. Da qui si capisce anche per quale motivo, 30 anni fa, l’uscita di Goldrake fece grande scalpore: psicologi, associazioni di genitori e addirittura politici, spesso e volentieri senza averne approfondito contenuti e tematiche, accusavano Goldrake di essere diseducativo, violento e minare alla radice l’integrità dei piccoli telespettatori. Non bisogna comunque dimenticare il contesto in cui l’Italia si trovava all’epoca (Brigate Rosse, lotta armata, sequestro Moro, tutte cose che spingevano le persone a dubitare di tutto ciò che fosse ricollegabile alla “violenza”, seppur in modo ingiustificato in questo caso), e soprattutto il fatto che l’intrattenimento dei giovani dell’epoca era costituito appunto dai cartoni della Walt Disney, Warner Bros e Hanna e Barbera: Tom & Jerry, Bugs Bunny & Co. e Topolino & Co. non erano certamente come Goldrake!!! Da qui la nascita di tutta una serie di iniziative, istituzionali e non (memorabile l’interpellanza parlamentare proposta dal senatore Silverio Corvisieri che chiedeva di cancellare Goldrake dai palinsesti televisivi, e il suo fallimento ), che avevano come unico scopo l’eliminazione dai palinsesti televisivi di questo genere di cartoni: gli effetti si sentirono solo più tardi, quando Goldrake era già finito e venne interrotta invece la trasmissione di Mazinga Z sulla rete Rai. Questo però fece la fortuna delle tv private, nate proprio alla fine degli anni 70, che trovarono nei cartoni animati giapponesi un prodotto a basso costo e ad alto gradimento! E per fortuna, visto che è grazie a loro se quelli della mia età hanno potuto gustare tutti i grandi eroi creati da Go Nagai! Goldrake è stato ampiamente censurato all’epoca, e non solo per la “violenza” che gli veniva accusata: i critici dell’epoca affermavano persino che le mosse che il robot faceva nel cadere o nel muoversi potevano avere una qualche “allusione” a sfondo sessuale. Da qui la volontà di censurare qualche scena del cartone originale. Ma forse il peggio è stato fatto con il doppiaggio!

GOLDRAKE E L’HOME VIDEO

Stranamente, di Goldrake non è mai uscito una VHS! Se non fosse per i nostri videoregistratori, non avremmo nulla di questo cartone, fino a qualche tempo fa, soprattutto perchè sembra sparito dalle tv! Ma qualche anno fa, la d/visual ha pubblicato mensilmente la prima edizione in DVD di Goldrake, in una versione restaurata nel video (con l’aggiunta dei tre episodi fantasma e delle scene tagliate), e soprattutto un doppiaggio inedito, più fedele all’originale, visto che sono stati usati tutti i doppiatori originali, tranne quelli storici di Rigel ed Alcor/Koji. Sono state inserite tre tracce audio: Italiano con i nomi storici (Goldrake, Actarus, Venusia…) Italiano con i nomi originali giapponesi (Grendizer, Daisuke, Hikaru…), ma non c’è quella originale del ‘78.

I LUNGOMETRAGGI DI GOLDRAKE

In Italia sono stati realizzati anche tre adattamenti cinematografici non autorizzati della serie televisiva, nati da un’operazione di montaggio di vari episodi: Goldrake all’attacco: con il sottotitolo “La più grande avventura di UFO Robot”, il film, basato su un collage dei primi episodi della serie, presenta infatti una colonna sonora modificata, in cui sono stati aggiunti a più riprese i nove brani in italiano (Ufo robot, Rigel, Venusia, Alcor, Vega, Goldrake, Pianeta Terra, Atlas UFO Robot, Procton) dell’introvabile LP Atlas UFO Robot, cantati, tra gli altri, da Fabio Concato (Rigel, Procton, nonché cori in tutte le altre) e Dominique Regazzoni (Venusia). Nel film possiamo inoltre ascoltare l’inedita versione strumentale della famosa sigla TV italiana UFO Robot, magistralmente orchestrata da Vince Tempera (che in un’intervista ha dichiarato di avere ottenuto proprio con la canzone UFO Robot il più alto successo di vendite!). Goldrake l’invincibile: raccoglie gli episodi in cui fa la sua prima apparizione Maria Grace Fleed. Goldrake addio: contiene l’episodio 71 (titolo giapponese Morus, il capo della guardia dal tragico destino) non trasmesso in Italia e, come sigla di testa, presenta la versione strumentale della sigla originale giapponese prelevata direttamente, con tanto di effetti sonori, dalla musica di sottofondo che accompagna la corsa di Actarus verso il suo robot nascosto nell’hangar sotterraneo.

ANNO 2008-2009

Oltre alla miriade di giochi, giocattoli, figurine, maglie, dvd, adesivi, spille esistite ed esistenti ora sono presenti anche videogiochi per console ambientati nell’universo di Go Nagai (non arrivati in Italia), di Goldrake ancora non esiste un seguito (come invece è avvenuto per Mazinga, con MazinKaiser, e Jeeg, con Koketsushin Jeeg), nè di un film vero e proprio, in computer grafica o con attori veri! Nonostante alcuni italiani abbiano creato un prequel no-profit con attori reali e computer grafica, mai uscito purtroppo, niente si sa su questo. Vedremo in futuro. Tanto, si può dire che ad oggi, a trent’anni dalla prima uscita in Italia, ce ne sono ancora milioni di fan di Goldrake!!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

     
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
L'UOMO TIGRE II "DEGNO SUCCESSORE"
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga
goku e il mondo di dragon ball da magia manga

 

 

ss5&5ywt